martedì, Dicembre 7, 2021
HomeCulturaTroppo napoletano: il primo film prodotto da Alessandro Siani

Troppo napoletano: il primo film prodotto da Alessandro Siani

Al via le riprese di “Troppo Napoletano”, il primo film prodotto da Alessandro Siani, per la regia di Gianluca Ansanelli. A capo del progetto il Cattleya Lab, nato dall’incontro tra la casa di produzione di Riccardo Tozzi e Alessandro Siani, direttore artistico.

“Troppo napoletano”: l’esordio a basso budget di Cattleya Lab.

Si tratta di una commedia leggera che ha come protagonista un bambino di 11 anni, interpretato da Gennaro Guazzo, con Siani già in “Si accettano miracoli”. Il film è la storia del primo amore tra un bambino del rione Sanità e una bimba altolocata di Posillipo. Una pellicola a basso budget che coinvolge circa 80 tra attori e tecnici quasi tutti napoletani.

Nel cast Serena Rossi, Gigi e Ross, Gianni Ferreri, Nunzia Schiano, Salvatore Misticone, Loredana Simioli, Antonella Lori e la special guest Clementino.

L’intento del film è raccontare, in chiave di commedia, le diverse anime di Napoli. Spiega Alessandro Siani: “Si parla sempre del desiderio che hanno i napoletani di veder mostrata un’altra Napoli, ma non esiste un’altra Napoli, la verità è che Napoli è unica, siamo noi napoletani ad essere diversi”.

 

 

Troppo napoletano: il primo film prodotto da Alessandro Siani

Donatella De Tora
Laureata in Filosofia, ed Editor. Mi interessano i libri e le storie, sopra ogni cosa.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI