lunedì, Luglio 26, 2021
HomeAttualità“Trame narrative, tracce educative”: un contest di parole e poesia sull’educazione nel...

“Trame narrative, tracce educative”: un contest di parole e poesia sull’educazione nel segno di Anna Ruvidi

La prima edizione del concorso, dedicata alla compianta fondatrice della cooperativa Progetto Uomo, nasce grazie alla sinergia tra l’associazione in tutela dei più piccoli e il dipartimento Studi Umanistici dell’Università di Napoli Federico II

 

NAPOLI – “Se ricordo chi fui, diverso mi vedo, e il passato è il presente della memoria”. Con questa citazione di Pessoa la cooperativa Progetto Uomo, nata 21 anni fa nel cuore del Rione Traiano di Napoli e attiva con progetti di recupero e inclusione sociale di bambini e famiglie, lancia la prima edizione del contest letterario “Trame narrative, tracce educative”.

Nato dalla sinergia tra la cooperativa e il Dipartimento Studi Umanistici dell’Università Federico II di Napoli, il concorso si articola in due sezioni: poesie e racconti brevi. Il tema scelto è l’educazione, o meglio “Narrare l’educazione attraverso la parola poetica, il racconto, la scrittura autobiografica”. La partecipazione al contest è totalmente gratuita, e sono ammessi tutti (tranne chi ha vincoli di affinità o parentela con la Commissione giudicatrice e chi invia più di un’opera, pena l’esclusione).

 

LA MEMORIA DI ANNA RUVIDI

Il contest “Trame narrative, tracce educative” è dedicato alla memoria dell’avvocato Anna Ruvidi, socia fondatrice della cooperativa Progetto Uomo, impegnata nella difesa dei diritti dei piccoli, che ha lasciando un ricordo indelebile in chi l’ha conosciuta. L’agire educativo portato avanti da Progetto Uomo raccoglie la sua eredità promuovendo azioni di contrasto al disagio sociale e alla povertà educativa.

“La parola poetica e il racconto autobiografico – spiegano gli organizzatori – offrono l’opportunità di mettere in forma esperienze ed eventi, incontri e relazioni che hanno lasciato traccia nella nostra trama esistenziale, determinando scelte, consentendo incontri, favorendo esperienze. Ciò che siamo, che nel tempo siamo diventati, è ciò che dà corpo alla nostra esistenza e ne compone la trama. Incontri, talvolta scontri, eventi più o meno significativi, hanno lasciato in noi delle tracce che richiedono di essere ripercorse, reinterpretate, risignificate”.

 

IL REGOLAMENTO

L’invio delle opere è fissato tassativamente alle 23.59 del 15 settembre 2021. Le opere (inedite) dovranno pervenire tramite mail all’indirizzo tramenarrativetracceeducative@progettouomo.org (nell’oggetto indicare per quale delle due sezioni si vuole partecipare: poesia o racconto breve – è possibile partecipare con una sola opera ad una sola delle due sezioni) in formato pdf corredate di titolo e numero di parole. Esclusivamente per la sezione racconto breve si segnala che le opere dovranno essere di massimo 500 parole.

Nel corpo del testo dovranno essere indicati i dati anagrafici dell’autore. In allegato, oltre all’opera stessa, ci dovrà essere una auto certificazione di originalità e totale proprietà intellettuale, oltre ad una liberatoria all’utilizzo e alla eventuale pubblicazione.

 

VALUTAZIONE E PREMI

Il comitato scientifico, incaricato della valutazione, è composto da Francesca Marone, in qualità di Presidente, e da Vincenza Alfano, Franco Arminio, Aldo Putignano, Michela Peluso.

Per ciascuna delle due sezioni, è previsto l’assegnazione di un buono acquisto presso le librerie Feltrinelli del valore di € 500,00 per l’opera considerata più originale fra le altre in termini di contenuti, stile, innovatività.

Per altre informazioni, si può visitare il sito https://www.progettouomo.org/

“Trame narrative, tracce educative”: un contest di parole e poesia sull’educazione nel segno di Anna Ruvidi
Redazione web
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI