mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeCultura'I misteri del chiostro-Madame sfogliatella e le altre' al Pozzo e il...

‘I misteri del chiostro-Madame sfogliatella e le altre’ al Pozzo e il Pendolo Teatro di Napoli

Al Pozzo e il Pendolo Teatro di Napoli lo spettacolo ‘I misteri del chiostro-Madame sfogliatella e le altre’ di Annamaria Russo con Rosaria De Cicco.

Un aperitivo al profumo di primavera e dolci delizie dell’antica pasticceria partenopea renderà particolare la serata di sabato 8 aprile (ore 20) al Pozzo e il Pendolo Teatro di Napoli nello spettacolo ‘I misteri del chiostro-Madame sfogliatella e le altre‘ di Annamaria Russo con Rosaria De Cicco, Marianita Carfora, Sonia De Rosa, Andrea De Rosa, Marco Palumbo e Gennaro Monti, che firma anche le musiche.

Promosso dallo stesso palcoscenico partenopeo, lo spettacolo rappresenta un altro tassello del progetto di recupero della memoria storica della città, che, da anni, la sala di Piazza San Domenico si impegna a portare avanti. Napoli, sottolineano gli organizzatori dello spettacolo, “è una città che nasce sotto il segno dell’amore eretta sul sepolcro di una sirena colpita a morte nell’orgoglio da un uomo altero.

Terra leggendaria con una geografia disegnata dall’amore, la nostra città, nella storia e nella favolistica si conferma, nei secoli, culla delle grandi magie figlie della passione. Al romanticismo e alla passione sembrano incapaci di sottrarsi perfino i dolci fragranti dai profumi speziati. Dietro ogni delizia nostrana ci sono storie struggenti o crudeli, consumate nella cornice nobile o popolare di Partenope magica”.

“La voglia di raccogliere e custodire gelosamente le parole – sottolinea la Russo – le voci e gli odori sedimentati nei secoli tra vicoli, piazze e palazzi, il desiderio di riscattare dall’oblio la teoria infinita di accenti e suggestioni che rendono unica la città di Partenope, ha dato l’avvio, anni fa, ad uno dei progetti ai quali siamo più legati, e che oggi si arricchisce di un nuovo capitolo: dare voce e corpo alla memoria attraverso il teatro”.

A Napoli non c’è personaggio, via o storia che non sia impastata con un pizzico di incredibile. “A quest’aura di magia che spira nella memoria storica della città non sfuggono nemmeno le preparazioni dolciarie di cui i napoletani rivendicano orgogliosi la paternità”. Rimettere insieme racconti di un passato lontano, quelli impastati con la magia e la storia, con la saggezza e la superstizione, rappresenta “una preziosa eredità, un tesoro che rischia di perdersi” affermano i promotori dell’evento.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI