Svelato l'Aequus Parthenopensis, l'opera di street art che inaugura il Festival delle Muse

Svelato l’Aequus Parthenopensis, l’opera di street art che inaugura il Festival delle Muse

Un’opera di street art accoglierà i visitatori del Museo Archeologico. L’opera, realizzata in occasione delle Festival delle Muse, è di David Vecchiato.

Un’opera di street art accoglierà i visitatori del Museo Archeologico.

L’opera, realizzata in occasione delle Festival delle Muse, è di David “Diavù” Vecchiato.

Inaugurata l’opera creata per il Festival delle Muse

Svelata la mattina di mercoledì 19, l’opera si chiama Aequus Parthenopensis, e rappresenta la “Testa di cavallo Carafa”, scultura bronzea attribuita a Donatello.

L’installazione è stata realizzata su una delle scalinate monumentali d’ingresso al Museo Archeologico nazionale ed è stata creata per inaugurare il Festival delle Muse, la kermesse che si terrà fino al 25 aprile, con sette giorni di iniziative e con oltre cinquanta artisti coinvolti, tra performance teatrali, concerti, incontri e dibattiti.

L’opera di Diavù ha richiesto quattro giorni di lavorazione, in collaborazione con l’artista napoletana Simona Marrazzo, e farà a tutti gli effetti parte della collezione permanente del Mann per i prossimi due mesi.

Spero che l’installazione rimanga qui per sempreha commentato Diavùè come se fosse un messaggio di benvenuto di questo splendido sito ai suoi visitatori“.