sabato, Gennaio 22, 2022
HomeCultura"Stanotte a... Napoli" su Rai1 vince la gara degli ascolti della sera...

“Stanotte a… Napoli” su Rai1 vince la gara degli ascolti della sera di Natale

“Stanotte a… Napoli” di Alberto Angela si aggiudica largamente il prime time del 25 dicembre, con il suo viaggio notturno nei luoghi inesplorati e famosi della città.

Ha vinto la scommessa di Rai1 di puntare sulla divulgazione nella prima serata natalizia. Con quasi il 23 per cento di share e una media di oltre 4 milioni di telespettatori, “Stanotte a… Napoli” di Alberto Angela si aggiudica largamente il prime time del 25 dicembre, con il suo viaggio notturno nei luoghi inesplorati e famosi della città, in un percorso scandito da ricordi, suggestioni e naturalmente musica: “Colpisce che in una festività tradizionalmente contrassegnata da una fruizione televisiva disimpegnata, alla ricerca di evasione e leggerezza – commenta il direttore di Rai1 Stefano Coletta – il pubblico abbia premiato così la narrazione colta e solenne di Alberto Angela. Giancarlo Giannini, Serena Autieri, Serena Rossi, Massimo Ranieri, Marisa Laurito e Salvatore Bagni hanno punteggiato il percorso per le vie di Napoli conferendo alla puntata mille sapori diversi”.

“Sono felice che le famiglie italiane la notte di Natale abbiano scelto la divulgazione e la grande cultura”, ha dichiarato Alberto Angela. “È un bellissimo regalo per il nostro paese e per il nostro futuro. Ora ci dedichiamo a “Meraviglie”, in onda a partire da dopodomani, martedì. Un grande abbraccio a tutti”.

Commenta il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi: “”Napoli ha illuminato il Natale di tutti gli italiani. Il programma ‘Stanotte a Napoli’ ha regalato grandissime emozioni: per questo dico grazie alla Rai e grazie ad Alberto Angela per aver lanciato una sfida risultata vincente. I napoletani hanno tra le mani un immenso tesoro da custodire e valorizzare sempre di più. Adesso tocca a noi”.

Francesco Monaco
Napoletano, giornalista, autore del romanzo 'Baciami prima di andare'. A tratti sognatore e pensatore. In attesa di capire il resto, forse di niente
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI