Lo Stadio Collana riapre totalmente ai cittadini

Lo Stadio Arturo Collana riapre totalmente alle attività sportive di 6000 cittadini. Ieri il decreto dell’Assessorato regionale al Demanio e Patrimonio revoca il divieto del 1 dicembre.

Dopo l’imbarazzante serie di rimpalli tra Regione Campania e Comune di Napoli sulle responsabilità della chiusura dello Stadio Arturo Collana, la parziale riapertura e il Flash Mob dell’Ati Collana Sport Center del 14 dicembre per la ristrutturazione dei fondamentali, lo stadio vomerese, da oggi, è ritornato completamente a disposizione dei cittadini.

Con il decreto del 7 gennaio 2015 lo Stadio Arturo Collana riapre totalmente

Ieri il decreto dell’Assessorato al Demanio e Patrimonio della Regione Campania ha revocato il divieto di effettuare attività sportive in seguito agli accertamenti dei vigili del fuoco che certificavano la struttura a rischio di cedimenti strutturali in più punti critici.

L’antefatto

L’allarme era scattato in seguito al crollo di alcuni calcinacci dai cornicioni della tribuna calcio su piazza Quattro giornate e dal transennamento dell’intera struttura. Con i decreti del 1 e del 12 dicembre fu effettuata rispettivamente la chiusura dello stadio e la successiva apertura parziale alle attività sportive.

Il Flash Mob del 14 dicembre e le richieste dei cittadini vomeresi

Il 14 dicembre il Flash Mob, organizzato dall’Ati Collana Sport Center ma coinvolgendo più di 20 associazioni e la solidarietà di 6.000 cittadini, chiedeva con una catena umana la riapertura della procedura di bando per la ristrutturazione dello stadio e l’apertura totale in tempi brevi. L’Associazione Ati dichiarò che bisognava per prima cosa riaprire il bando regionale per poi concertare un tavolo con le autorità comunali in merito alla questione di un totale affidamento dell’impianto polisportivo.