Sgomberati due campi rom a Napoli: privi di acqua ed energia elettrica

Sgomberati due campi rom a Napoli: privi di acqua ed energia elettrica

Sgomberati due campi rom a Napoli: erano privi di acqua corrente nonché dell’impianto di distribuzione dell’energia elettrica

Due campi rom di via Brecce S. Erasmo, a Napoli, sono stati sgomberati dalla polizia municipale in esecuzione di un provvedimento emesso dal gip di Napoli. Entrambi i campi erano privi di acqua corrente nonché dell’impianto di distribuzione dell’energia elettrica. Gli occupanti, inoltre, in una situazione igienico sanitaria definita allarmante, a causa della presenza di rifiuti special, ed anche pericolosi, con un concreto pericolo per la salute.

 

Sgomberati due campi rom a Napoli: situazione igienica allarmante

Le baracche costruite abusivamente sono state rimosse ed è in corso la bonifica dei siti. Le operazioni di sgombero si sono svolte senza alcun problema di ordine pubblico. I due campi erano occupati fino a qualche tempo da circa 800 persone: 28 nuclei familiari per circa 280 persone sono state trasferiti, con il loro consenso, presso un nuovo insediamento realizzato dal Comune di Napoli; altro nuclei sono stati sistemati presso una struttura di accoglienza comunale mentre alcune persone hanno trovato un’autonoma sistemazione.