Apre la mostra 'Egitto Pompei': l'Egitto arriva a Pompei

Scavi di Pompei: chiusura fino al 26 febbraio di alcuni tratti

Scavi di Pompei. La Soprintendenza di Pompei ha disposto la chiusura temporanea, fino a venerdì 26 febbraio, dell’accesso ad alcuni tratti degli scavi

Scavi di Pompei. La Soprintendenza di Pompei ha disposto la chiusura temporanea, fino a venerdì 26 febbraio, dell’accesso ad alcuni tratti degli scavi per consentire la prosecuzione degli interventi del cantiere “Pompei per tutti. Percorsi per l’accessibilità e il superamento delle barriere architettoniche” previsti dal Grande Progetto Pompei. In particolare, spiega una nota, saranno chiusi gli accessi alla Via Stabiana, dall’incrocio con via dell’Abbondanza a quello con il vicolo del Menandro, e a Vicolo del Menandro, dall’incrocio con via Stabiana a quello con il vicolo del Citarista.

 

Scavi di Pompei: accessi alle domus

Nel periodo di chiusura del vicolo del Menandro, l’accesso all’omonima domus sarà garantito attraverso il transito dal vicolo del Citarista. La riapertura dei tratti degli scavi menzionati è prevista a partire dal 27 febbraio. La Soprintendenza ricorda che il progetto “Pompei per tutti” consiste in un percorso di visita facilitato che consentirà anche a persone con difficoltà motorie di visitare l’area archeologica attraverso un agevole itinerario turistico che si sviluppa per circa 1,5 km, dall’ingresso di Piazza Anfiteatro al Tempio di Venere, con accesso a diverse domus e edifici importanti del sito. Preliminarmente alla realizzazione dei nuovi percorsi si stanno effettuati scavi archeologici che stanno restituendo utili informazioni relative alla struttura degli antichi marciapiedi, dei portici del Foro e del santuario di Venere.  (Fonte Askanews)