sabato, Giugno 12, 2021
HomeCulturaSan Gregorio Armeno, l'allarme dei pastorai: "Vogliono comprare le nostre botteghe in...

San Gregorio Armeno, l’allarme dei pastorai: “Vogliono comprare le nostre botteghe in un momento di difficoltà”

Mercoledì gli artigiani di San Gregorio Armeno saranno davanti alla Regione e chiederanno di essere ricevuti dal governatore De Luca: “Qualcuno vuole trasformare la strada in un centro commerciale e far sparire la tradizione”.

Un cartello “cedesi San Gregorio Armeno”, i pastorai nel vicolo davanti alle botteghe chiuse che lanciano l’allarme a Napoli. “Sono venuti dalle agenzie immobiliari a chiedere se vogliamo vendere le botteghe, vogliono approfittare delle nostre difficoltà per trasformare la strada in un centro commerciale e far sparire la tradizione”, spiega Salvatore Gambardella, uno dei 40 artigiani della strada che è nella lista delle dieci più famose al mondo.

“Il 30 marzo – aggiunge Serena D’Alessandro, vicepresidente e portavoce dei pastorai – abbiamo mandato una pec alle istituzioni, nessuno ci ha risposto, ci ignorano”. Mercoledì i pastorai saranno davanti alla Regione e chiederanno di essere ricevuti dal governatore De Luca.

San Gregorio Armeno, l'allarme dei pastorai: "Vogliono comprare le nostre botteghe in un momento di difficoltà"
Francesco Monaco
Napoletano, giornalista, autore del romanzo 'Baciami prima di andare'. A tratti sognatore e pensatore. In attesa di capire il resto, forse di niente
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI