domenica, Maggio 16, 2021
HomeCostume e SocietàSalvatore Di Giacomo: i suoi versi sulla scalinata di piazza Fuga, Vomero

Salvatore Di Giacomo: i suoi versi sulla scalinata di piazza Fuga, Vomero

Se vi trovate a salire i gradini della scalinata di piazza Fuga, Vomero, vi imbatterete nei versi di ‘Palomma ‘e notte‘ del poeta, drammaturgo e saggista napoletano Salvatore Di Giacomo. L’iniziativa è stata presa dai sostenitori della libreria ad azionariato popolare Iocisto, una delle tante iniziative per avvicinare le persone alla lettura.

Salvatore Di Giacomo – Palomma ‘e notte

Il poeta napoletano, Salvatore Di Giacomo, è uno dei due protagonisti della poesia ‘Palomma ‘e notte‘, l’altro o meglio l’altra è una farfalla, ovvero Elisa Avigliano. La poesia racconta appunto la travagliata storia d’amore tra i due, dove il poeta vorrebbe allontanarla ma si brucia la mano. “Tiene mente ‘sta palomma, Comme ggira, comm’avota, Comme torna ‘n’ata vota. ‘Sta ceroggena a tentà! Palummè, chist’è ‘nu lume, Nun è rosa o giesummino, E tu a fforza ccà vvicino. Te vuò mettere a vulà! Vattenn’ ‘a lloco! Vattenne, pazzarella! Va’, palummella, e torna, E torna a ‘st’aria. Accussì fresca e bella! ‘O bbì ca i’ pure. Mm’abbaglio chianu chiano, E ca mm’abbrucio ‘a mano. Pe’ te ne vulè caccià?…

Salvatore Di Giacomo: i suoi versi sulla scalinata di piazza Fuga, Vomero
Francesco Healy
Ho sempre odiato, sin dalla nascita, le bugie e le ingiustizie, dunque da grande avevo solo due strade da poter percorrere, quella del detective o del giornalista, ho scelto la seconda e il potere della penna, da sempre affascinato da tale professione.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI