domenica, Maggio 16, 2021
HomeCronacaSalerno, il killer delle prostitute confessa la sua natura

Salerno, il killer delle prostitute confessa la sua natura

Il 52enne incensurato, Nobile Izzo, il killer delle prostitute di Nocera Superiore, Salerno, confessa la sua vera natura, un uomo vittima di un disturbo psicologico, vittima della sua doppia-personalità.

Il killer delle prostitute non ricorda i suoi omicidi

Nobile, oggi in carcere, davanti al pm Giuseppe Cacciapuoti avrebbe confessato di non ricordare di aver ucciso le prostitute Santina Rizzo e Maria Ambra, tra il 2010 e il 2014. Il tappezziere di Nocera Superiore, il killer delle prostitute, al pm avrebbe confessato infatti le seguenti parole: “Tempo fa, ho visto una pellicola in cui si parlava di un caso di ‘sdoppiamento della personalità’, cioè una persona che aveva fatto vari omicidi e non se ne ricordava nel modo più assoluto. Si trattava di una persona normale che dopo aver compiuto gli omicidi ritornava ad essere buona”. L’uomo le avrebbe ammazzate, per poi addormentarsi accanto a loro, non ricordandosi più nulla di quanto accaduto al risveglio.

Salerno, il killer delle prostitute confessa la sua natura
Francesco Healy
Ho sempre odiato, sin dalla nascita, le bugie e le ingiustizie, dunque da grande avevo solo due strade da poter percorrere, quella del detective o del giornalista, ho scelto la seconda e il potere della penna, da sempre affascinato da tale professione.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI