Pozzuoli, sequestrati frutti di mare non idonei al consumo

Nel 2017 sequestrate 58 tonnellate di prodotto ittico e 500 attrezzi usati per l’attività illecita. Ventuno le persone denunciate. Multe per 189mila euro.

Sequestrati dal Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli una tonnellata di frutti di mare non idonei al consumo umano e un impianto di stoccaggio abusivo. Il blitz è avvenuto in un deposito allestito clandestinamente a Monteruscello, nel comune di Pozzuoli (Napoli). I frutti di mare, del valore di circa 20mila euro, erano destinati alla vendita sul mercato nero, probabilmente nei negozi compiacenti della zona, scrive l’ansa.

 

Il sequestro è avvenuto lo scorso 31 marzo e nelle mani dei militari sono finite: telline, ostriche, noci bianche, fasolari, cannolicchi e vongole, oltre a 10 kg di datteri di mare (di cui è vietata la pesca), erano immersi in acqua non sottoposta al monitoraggio chimico-fisico e microbiologico, quindi potenzialmente rischiosi per la salute.