Piove nell'asilo Napoli Chiaiano

Piove nell’asilo Giovanni XXIII Aliotta di Chiaiano

Piove nell’asilo di Chiaiano. Come unico rimedio approntate cassette di polistirolo utilizzate per contenere le infiltrazioni d’acqua causate dalla pioggia.

Piove nell’asilo, questa la segnalazione di un genitore di stamani apparsa sul Il Mattino.

Piove nell’asilo: come rimedio cassette di polistirolo

Il papà di una bambina ha inviato una serie di fotografie in cui si può notare la presenza di bacinelle improvvisate, cassette di polistirolo, all’interno dell’ingresso o della palestra dell’asilo per contenere le infiltrazioni d’acqua causate dalla pioggia battente sul tetto del plesso scolastico. Le strutture scolastiche e pubbliche sono in questi giorni al centro di accese polemiche e su tutte le prime pagine dei giornali per problemi legati alla mala gestio o della mancata manutenzione delle strutture.

Il caso del cibo scaduto (Tacchino scaduto a scuola e cibo avariato) nella Decima Municipalità e della pioggia all’interno della sala operatoria (Piove in sala operatoria al San Giovanni Bosco) sono i casi più eclatanti che hanno sollevato numerose polemiche nei confronti delle istituzioni pubbliche e che ancora oggi sono irrisolte. Si tratta di un nuovo episodio che denota lo stato di degrado delle strutture scolastiche a causa di una carente se non addirittura assente manutenzione e di mancanza di controlli alla qualità sia del cibo ma anche delle strutture (Scuola e bimbi al freddo, i genitori bloccano il traffico).

Questa la segnalazione del papà napoletano

“Buongiorno, sono il papà di una bimba di 3 anni e come tutte le mattine anche oggi ho accompagnato mia figlia a scuola, l’asilo Giovanni XXIII Aliotta di Chiaiano. Stamattina, quando siamo entrati nell’istituto, ho notato una cosa molto strana quanto pericolosa. Infatti, come potete vedere dalle foto che vi allego, ci sono infiltrazioni d’acqua dal solaio che confluiscono direttamente nell’atrio d’ingresso della scuola e ci sono dei contenitori in polistirolo per raccogliere l’acqua. Non è possibile che in una scuola di bambini piccoli ci sia questa grave problematica e credo che per la sicurezza di mia figlia è degli altri bimbi sia necessario segnalarlo ed intervenire onde scongiurare problemi molto più gravi.