mercoledì, Ottobre 27, 2021
HomeCronacaInaugurato in piazza Nazionale il murale per Noemi, la bimba ferita durante...

Inaugurato in piazza Nazionale il murale per Noemi, la bimba ferita durante un agguato di camorra

La piccola, che all’epoca aveva 4 anni, fu colpita da un proiettile vagante in piazza Nazionale, dove oggi, come simbolo di riscatto, è stata inaugurato un murale che la raffigura.

E’ stato inaugurato questa mattina un murale dedicato a Noemi Staiano, la bimba rimasta gravemente ferita durante un agguato di camorra il 3 maggio 2019 a Napoli. La piccola, che all’epoca aveva 4 anni, fu colpita da un proiettile vagante in piazza Nazionale, dove oggi, come simbolo di riscatto, è stata inaugurato un murale che la raffigura. Alla cerimonia, durante la quale Noemi ha firmato l’opera d’arte che ritrae, soprattutto, il suo sguardo, sono intervenuti il presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra, il prefetto di Napoli, Marco Valentini, l’arcivescovo di Napoli, Mimmo Battaglia, l’assessore Alessandra Clemente, don Tonino Palmese presidente della Fondazione Polis.

“Ritornare qui con Noemi non è stato facile, perché qui ho rischiato di perdere mia figlia. Ma oggi – racconta ai presenti mamma Tania – è un anche un grande riscatto per la mia famiglia, perché nonostante Noemi riporti ancora i danni di quella sparatoria, siamo qui con lei per poterlo raccontare. Una crudeltà di cui non possiamo dimenticarci, la camorra vive di odio e vendetta. Noi rispondiamo con dignità, chiediamo giustizia e mai vendetta, e stiamo cercando di dare un buon esempio alla nostra città. Gridiamo oggi, in modo pacifico, che questa piazza è nostra, è dei bambini, nessuno, né tantomeno la camorra, può toglierci questo diritto”.

Francesco Monaco
Napoletano, giornalista, autore del romanzo 'Baciami prima di andare'. A tratti sognatore e pensatore. In attesa di capire il resto, forse di niente
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI