Piazza Carolina invivibile, sporcizia e degrado a pochi passi dal Plebiscito (VD)

Da almeno 20 giorni lo spazzamento della piazza non è regolare: commercianti sul piede di guerra

Strade sporche, cestini pieni e incuria rendono la piazza un piccolo “Bronx”. La situazione di piazza Carolina comincia diventare decisamente preoccupante. La piccola piazza è un importante crocevia situato a ridosso di piazza Plebiscito e di via Chiaia, una delle principali vie dello shopping cittadino. Migliaia di persone percorrono ogni giorno queste strade, tra cui moltissimi turisti. Di certo non un bello spettacolo offerto agli occhi dei visitatori.

Spazzatura dappertutto: degli spazzini neanche l’ombra

Il problema che maggiormente salta all’occhio è quello della sporcizia. Piccoli cumuli di rifiuti sono presenti un su tutta la piazza. Commercianti e residenti lamentano l’assenza di un regolare servizio di pulizia da almeno 20 giorni. Rassegnati, alcuni commercianti hanno deciso di prendersi carico della pulizia della piazza, lanciando secchiate d’acqua e provvedendo a raccogliere per quanto possibile i rifiuti. La buona volontà però da sola non basta. La mancanza della regolare pulizia comincia a farsi sentire in queste giornate di caldo torrido. La sporcizia attrae un gran numero di volatili, dagli innocui colombi ai più pericolosi gabbiani.

Salvata da un imprenditore pochi mesi fa, oggi la piazza è di nuovo nel degrado

Pochi mesi fa la piazza era stata riqualificata a cura di Luciano Mazzone, proprietario del bar omonimo. Era stato piantato un ficus ed era stata apposta una targa in memoria di Enzo Cannavale, noto attore partenopeo che proprio a piazza Carolina era solito passeggiare in compagnia del suo cane. A pochi mesi di distanza la piazza è ridotta a un letamaio, la stessa targa è imbrattata e il ficus vegeta in condizioni decisamente degradate. Erba alta e sporcizia la fanno da padrone nella stessa aiuola dove è situato quello che doveva essere un simbolo di rinascita per la piazza e per il quartiere.