“Palo” in tv e narcos nella vita, presa comparsa di Gomorra

L’uomo è tra le sedici persone arrestate nell’ambito dell’indagine della DDA che ha consentito di sgominare tre importanti gruppi di narcotrafficanti

L’uomo è tra le sedici persone arrestate nell’ambito dell’indagine della DDA che ha consentito di sgominare tre importanti gruppi di narcotrafficanti

Ha interpretato il ruolo del “palo” (detto in gergo “specchiettista”) nell’episodio 11 di “Gomorra 2 la serie”, Carlo Cuccia, 40enne di Tradate (Varese), tra le sedici persone arrestate dalla Guardia di Finanza di Napoli (Gico e Nucleo di Polizia Economico Finanziaria) nell’ambito dell’indagine della DDA che ha consentito di sgominare tre importanti gruppi di narcotrafficanti con base a Torre Annunziata (Napoli) e nei quartieri napoletani Scampia e Secondigliano.

Secondo quanto emerso dalle indagini, Carlo Cuccia, era il referente italiano dei fornitori di droga spagnoli per conto della famiglia di narcotrafficanti Dannier di Secondigliano. Cuccia era già finito nel mirino della Guardia di Finanza nel gennaio del 2019 quando, per conto della DDA di Catanzaro, i finanzieri lo fermarono insieme con altri 25 persone sempre nell’ambito di un blitz antidroga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *