mercoledì, Ottobre 20, 2021
HomeArticoliOmicidio Giancarlo Siani, reddito di cittadinanza al figlio del boss mandante dell'assassinio

Omicidio Giancarlo Siani, reddito di cittadinanza al figlio del boss mandante dell’assassinio

Il figlio del boss Luigi Baccante, capo dell’omonimo clan di Marano e condannato per essere tra i mandanti dell’omicidio del giornalista Giancarlo Siani, ucciso il 23 settembre 1985 a soli 26 anni, come scrivono i colleghi de Il Mattino, percepisce il reddito di cittadinanza

La legge prevede infatti che solo chi abbia commesso delitti connessi con l’associazione mafiosa, con il terrorismo e l’eversione, non debba beneficiare del reddito, pertanto il figlio del boss può ottenerlo.

“Un uomo di camorra non può essere mantenuto dallo Stato, un insulto alla memoria del giornalista e a tutte le vittime”, il commento del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Redazione web
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI