Napoli: si conoscono su Facebook da allora inizia la persecuzione

Uomo con famiglia si finge camorrista e perseguita una donna, arrestato

di Redazione

Gli agenti di polizia del commissariato Arenella (Napoli) hanno messo in manette Roberto Barba di 51 anni, di Maddaloni (CE) con l’imputazione di atti persecutori nei confronti di una donna di 41 anni di Napoli.

La signora è separata dal marito, invece il Barba è sposato e padre di famiglia, che però ha omesso di dire alla donna quando si sono conosciuti su Facebook due anni fa. L’uomo presentato con un falso nome, si è finto membro di un clan camorristico e da quel momento è iniziato l’escalation delle persecuzioni.

Il Barba ossessionato, l’ha pedinata, minacciata fino ad arrivare anche a pestarla sul luogo di lavoro costringendola a dimettersi. La vittima dopo tanti tormenti, lo ha denunciato più volte, ma niente da fare, non si è mai arreso, tanto da arrivare ieri di nuovo a picchiarla. La donna infatti è stata aggredita in strada, ma è riuscita a scappare ed a nascondersi in un negozio per chiamare la polizia. Gli agenti arrivati sul posto hanno immediatamente provveduto all’arresto del persecutore.

25 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.