Napoli, il dott. Canonico: “Osimhen? Ecco quando può tornare”

Il medico sociale del club azzurro sui tempi per il recupero completo dell’attaccante nigeriano.

“Vedo che Osimhen migliora quotidianamente in maniera importante. Mi auguro che torni prima della sosta natalizia. Per me sarebbe più tranquillo fargli completare l’iter di riatletizzazione dell’arto”. Lo ha detto Raffaele Canonico, medico sociale del Napoli, facendo il punto sull’infortunio alla spalla che tiene Osimhen fuori ormai da un mese. “Victor – ha spiegato Canonico – si è fatto male il 13 novembre in nazionale e già dall’inizio i colleghi nigeriani avevano inquadrato il problema. Rientrato a Villa Stuart, abbiamo fatto un consulto col professor Castagna, tra i migliori esperti di chirurgia della spalla degli sportivi, che confermava la diagnosi. C’è da chiarire che questo è il primo evento che subisce questa spalla, non è vero che era già stata operata. Aveva già avuto un problema alla sinistra, ma sulla destra era il primo evento traumatico”.

Canonico ha sottolineato che “ai medici della nazionale nigeriana faccio i complimenti perché la loro rapidità nella manovra e nell’approccio clinico per un infortunio traumatico del genere è stato veramente repentino e fatto a un livello alto. Victor è stato fortunato, avrebbe potuto avere danni più seri. Parliamo di una lussazione che non è di interesse chirurgico. Il rientro? Una lussazione di spalla va dai 30-40 giorni fino ai 60-70 giorni. Non è solo il problema di rimettere la spalla a posto, cosa fatta in Nigeria, ma il discorso riguarda anche il percorso di terapia per recuperare la forza dell’arto. E’ comunque una spalla che, avendo subito un trauma, può avere un rischio più elevato e quindi bisogna andare a creare una protezione all’articolazione. E’ un atleta che colpisce di testa, smanaccia, usa le braccia, quindi va costruito un supporto all’arto superiore. Sia i miei fisioterapisti che i preparatori di Gattuso stanno facendo un lavoro di grandissimo livello. Victor lavora due volte al giorno, ha 21 anni e va compreso l’aspetto psicologico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *