mercoledì, Dicembre 8, 2021
HomeCronacaMovida Pozzuoli: sangue a terra sul lungomare, segno di una notte di...

Movida Pozzuoli: sangue a terra sul lungomare, segno di una notte di violenza

Il lungomare di Pozzuoli ormai è diventato uno scenario di guerra tra bande di minori, che si danno appuntamento nel weekend per ingaggiare duelli e determinare quale sia la banda più forte. La movida Pozzuoli è ormai il loro campo di battaglia, fanno sapere le forze dell’ordine, ma nell’ultimo duello, oltre ai soliti calci e pugni, sono volati anche coltelli, e fortunatamente tra coloro coinvolti nella maxi rissa, solo feriti lievi, il peggio si è per fortuna evitato grazie anche all’intervento degli uomini dell’Arma della caserma di Pozzuoli, presente lì a due passi.

Movida Puzzuoli: il sindaco è stufo

Vincenzo Figliola, sindaco di Pozzuoli, è stanco di tutta questa violenza: “È assurdo quanto sta accadendo durante il fine settimana. Non è più tollerabile. Liti e risse devono restare lontano dalle nostre strade. Nelle ultime settimane il territorio è controllato da una task-force creata ad hoc per far fronte ad episodi vandalici e garantire tranquillità. Ma il dispiegamento presente sembra non far demordere questi gruppi di barbari che hanno scambiato il nostro lungomare per un campo di addestramento alla violenza. Domani chiederò al prefetto di Napoli la convocazione di un Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, anche in seguito a diverse richieste di maggiore controllo arrivate da parte dei cittadini. Abbiamo bisogno di presìdi fissi sia su via Napoli che sul porto e nel centro storico affinché esista una movida Pozzuoli sana che non metta in pericolo nessuno, come deve avvenire in qualsiasi comunità civile”.

Francesco Healy
Ho sempre odiato, sin dalla nascita, le bugie e le ingiustizie, dunque da grande avevo solo due strade da poter percorrere, quella del detective o del giornalista, ho scelto la seconda e il potere della penna, da sempre affascinato da tale professione.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI