Morto Nuvoletta, aveva ordinato l’omicidio di Giancarlo Siani

Morto a 71 anni il boss Angelo Nuvoletta

di Redazione

Napoli – Aveva 71 anni e da dodici era detenuto a Spoleto  in regime 41 bis: Angelo Nuvoletta, boss dell’omonima famiglia di camorra, è morto ieri nell’ospedale di Parma, dove era ricoverato a causa di un cancro. L’uomo, a lungo tra i trenta latitanti di massima pericolosità, era stato catturato nel 2001, dopo ben 17 anni nel corso dei quali si era dato alla macchia.

Insieme ai fratelli Lorenzo – anch’egli morto in carcere in seguito ad una malattia – e Ciro – ucciso in un agguato di stampo camorrista – Angelo Nuvoletta era reggente del clan a Marano di Napoli, dove presumibilmente si terranno i funerali nei prossimi giorni. La cosca, di cui l’uomo gestiva gli affari, era in stretta alleanza con Cosa Nostra di Totò Riina e con la Nuova Camorra Organizzata di Cutolo.

Nuvoletta aveva commesso diversi efferati omicidi che gli erano valsi la condanna a più ergastoli: tra questi, c’era anche l’omicidio del giornalista Giancarlo Siani, di cui il boss di Marano aveva ordinato la morte.

21 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.