Moderna: il vaccino potrebbe proteggere fino a 2 anni

Con oltre 320 mila somministrazioni finora effettuate l’Italia è il primo Paese nell’Unione Europa per numero di vaccinazioni contro il Covid

Con oltre 320 mila somministrazioni finora effettuate l’Italia è il primo Paese nell’Unione Europa per numero di vaccinazioni contro il Covid

I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, come tutto il personale sanitario, hanno la priorità nelle vaccinazioni. E, come già previsto dal piano strategico, avranno un ruolo fondamentale in fasi diverse della campagna di somministrazione del vaccino anti Covid-19“. Queste le parole del Ministro della Salute, Roberto Speranza in risposta a quanto affermato ieri dal segretario generale della Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg) Silvestro Scotti, che aveva espresso la disponibilità della categoria a vaccinare contro il Covid dopo essere stata a sua volta immunizzata.

Moderna, vaccino potrebbe proteggere fino a 2 anni – Il Moderna dovrebbe proteggere contro il coronavirus fino a due anni. Lo ha detto l’amministratore delegato dell’azienda produttrice del farmaco precisando tuttavia che servono altri dati per una valutazione definitiva sulla durata. “Lo scenario da incubo descritto dai media in primavera sul rischio che i vaccini durassero solo un mese è escluso“, ha detto l’ad di Moderna Stéphane Bancel, secondo quanto riportato dal Guardian. “Il decadimento degli anticorpi generati dal vaccino ha un andamento molto lento e quindi riteniamo che la protezione possa durare un paio d’anni“.

Italia prima in Ue per vaccinazioni, 8/a nel mondo – Con oltre 320 mila somministrazioni finora effettuate (0,55% del totale) l’Italia è il primo Paese nell’Unione Europa per numero di vaccinazioni contro il Covid e all’ottavo posto nella classifica mondiale. È quanto emerge dall’attività di ricerca raccolta nel sito Our World in Data, le cui fonti sono i ministeri della Salute dei vari Paesi. Ai primi dieci posti, nell’ordine, ci sono Israele, Emirati Arabi, Bahrain, Stati Uniti, Gran Bretagna, Danimarca, Russia, Italia, Germania e Canada. “Per quanto riguarda le vaccinazioni siamo primi in Italia: oggi li finiamo tutti“. Lo annuncia il Presidente del Veneto Luca Zaia. “Ora speriamo – aggiunge – in Moderna“.

Parte la campagna vaccinale anche in Vaticano. Secondo quanto prevede una circolare interna del Governatorato, anticipata dall’ANSA, al vaccino potranno accedere i soli iscritti Fas, il Fondo sanitario vaticano. “Si comunica che nei prossimi giorni è previsto l’inizio della campagna vaccinazioni anti COVID-19 presso lo Stato della Città del Vaticano per i soli iscritti al Fondo Assistenza Sanitaria – si legge nel documento –. La comunicazione riguardante la data e l’orario, relativi alla prima ed alla seconda vaccinazione, sarà effettuata singolarmente a cura della Direzione di Sanità ed Igiene del Governatorato, mediante contatto telefonico e successivo invio tramite posta elettronica con l’indicazione dell’appuntamento, allegando la modulistica sul consenso informato“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *