domenica, Maggio 22, 2022
HomeCulturaMille danzatori in tre giornate di Baridanza: dal 29 aprile al 1...

Mille danzatori in tre giornate di Baridanza: dal 29 aprile al 1 maggio

La danza è ripartita su tutti i fronti e Bari si inserisce nel novero delle manifestazioni di interesse nazionale con la 26esima edizione di Baridanza, in scena dal 29 aprile al 1 maggio.

Mille danzatori in tre giornate di Baridanza: la danza è ripartita su tutti i fronti e Bari si inserisce nel novero delle manifestazioni di interesse nazionale con la 26esima edizione di Baridanza, in scena dal 29 aprile all’1 maggio. Il direttore artistico Mario Beschi ha più volte ribadito l’essenza equa e solidale di questa edizione, ricordando il neonato premio Trofeo Best Dancer e, soprattutto, i Premio Studio riservati agli interpreti meritevoli di sostegno per il perfezionamento e la formazione coreutica.

“Abbiamo studiato un Baridanza ancora più scrupoloso – afferma Mario Beschi – proprio perché non si può far finta di non vivere nel bel mezzo di una guerra a poche ore da qui e dopo due anni di pandemia, quarantene e crisi sanitaria devastante per le famiglie. Nel nostro piccolo Baridanza vuole far sentire le propria voce e la propria vicinanza alle ballerini ed ai ballerini in difficoltà”.

Mille danzatori in tre giornate di Baridanza: dal 29 aprile al 1 maggio
Bruce Michelson

Chi sarà quest’anno l’alterego della direzione artistica e tra i ballerini in scena? “Quest’anno abbiamo il piacere di avere con noi Bruce Michelson – chiude il direttore artistico Mario Beschi – affacciandoci definitivamente nel mondo della danza made in USA. Non siamo nuovi alle incursioni al di là dell’Atlantico, basti pensare ai frequenti passaggi dell’Alvin Ailey a Bari”. Con un’alleanza coreutica che sa tanto di patto atlantico per la capitale della danza, dunque, e che Mario Beschi con il suoBaridanza ha consolidato negli anni.

Mille danzatori in tre giornate di Baridanza: dal 29 aprile al 1 maggio

Ma chi accompagna il genio della danza Bruce Michelson al festival Baridanza? Kledi, entrato giovanissimo all’Accademia Nazionale di Danza di Tirana per poi far parte del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Tirana dove ha ricoperto, fin dall’inizio, ruoli solistici in balletti di repertorio quali “Giselle”, “Lo schiaccianoci”, “Don Chisciotte” e “Dafni e Cloe”. La prima esperienza televisiva l’ha visto protagonista da primo ballerino in programmi noti al grande pubblico quali “Buona Domenica”, “C’è posta per te” ed “Amici” di Maria De Filippi. Anche la carriera di Carl Portal, terzo commissario di Baridanza, è ricca e prestigiosa, ha infatti danzato come solista per importanti compagnie quali Link Dance, Project, Kamel Ouali e la compagine di Marie Claude Pietragalla. In questi ultimi anni ha danzato in numerosi musical quali “Alì Baba”, “Notre Dame de Paris”, “I 10 Comandamenti”, “Romeo e Giulietta” etc. Non meno importanti le sue numerose esperienze come coreografo fino ad arrivare all’ultimo “Romeo e Giulietta” da un’idea originale di Redha, che ha riscosso al suo esordio a Parigi un grande successo di pubblico e critica e che ha collocato Carl Portal tra i più acclamati nuovi coreografi di Francia.

L’ambito dell’hip hop è invece rappresentato da Raoul Delgado, professionista internazionale ispirato negli anni della sua formazione dai vari Buddah Strechh, Henry Link, Federica Loredan, Byron, Sponky Love, Lino Speranza e Super Dave. Maria Picca raggiunge Bari invece dalle molteplici esperienze maturate tra Los Angeles, New York e Parigi divenendo una giovane stella dell’hip hop made in Italy. Donne e uomini della danza a supporto di Bruce Michelson e soprattutto delle tante ballerine e dei tanti ballerini provenienti da ogni dove, sospinti dall’irrefrenabile voglia di tornare sul palco! Ormai ci siamo, mancano pochissimi giorni al via di Baridanza!

Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI