Adesso Galli cambia idea: “Coronavirus in Italia già a gennaio”

Il medico del Sacco di Milano, protagonista di un duro attacco al professor Ascierto del Pascale, torna sui suoi passi e si smentisce da solo.

“Questa storia durerà ancora in modo significativo, non saranno tempi brevissimi. Dubito che vedremo il picco domenica. Anche perché, cosa significa il picco? Il picco si verifica in una zona. E nelle altre città?”. Sono le parole del professor Massimo Galli, ospite di Dritto e Rovescio, alcuni giorni fa. “Dobbiamo beccarci ancora tutta l’onda lunga delle infezioni avvenute prima dell’introduzione delle misure restrittive. Il virus ha potuto aggirarsi indisturbato per quasi un mese, circa dal 25 gennaio. Da qui in poi è estremamente importante avere la possibilità di circoscrivere. Far stare la gente a casa è il primo provvedimento. In Lombardia abbiamo messo letti ovunque, siamo al limite”, aggiunge.

Insomma, una ammissione di colpa dello stesso Galli, che nello stesso periodo diceva che il virus difficilmente si sarebbe potuto diffondere in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *