Il maltempo flagella l’Italia: allerta meteo e scuole chiuse a Napoli

L’ordinanza firmata ieri sera dal sindaco Luigi de Magistris dispone la chiusura delle scuole a Napoli. Stessa decisione presa dal primo cittadino di Salerno

L’ordinanza firmata ieri sera dal sindaco Luigi de Magistris dispone la chiusura delle scuole a Napoli. Stessa decisione presa dal primo cittadino di Salerno

Il maltempo si abbatte sull’Italia, che oggi vede un avviso di condizioni meteorologiche avverse per alcune Regioni da parte della Protezione Civile. In particolare, scatta l’allerta rossa per la provincia autonoma di Bolzano e parte della Campania, dove i sindaci di Napoli e Salerno hanno deciso per la chiusura delle scuole. Il Paese continua infatti ad essere interessato da una vasta circolazione depressionaria che dà vita ad un susseguirsi di impulsi perturbati, responsabili del protrarsi della fase di maltempo su gran parte del nostro territorio. Ne scaturisce la persistenza di precipitazioni, nevose sui settori alpini e a carattere anche temporalesco al Centro-Sud, in particolare sulle regioni del versante tirrenico meridionale, nonché venti forti, specie sulle regioni meridionali e sulle isole maggiori.

Sulla base delle previsioni disponibili, quindi, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso lunedì scorso. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento. L’avviso prevede dalle prime ore di oggi, mercoledì 9 dicembre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Calabria e Basilicata, specie sui versanti tirrenici, e sulla Sicilia; si prevede il persistere di rovesci o temporali, sulla Campania. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, possibili grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Dalla tarda mattinata si prevede il persistere di venti da forti a burrasca, da ovest-sud-ovest, su Campania, Calabria, Basilicata, Sicilia e Puglia, con mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata quindi l’allerta rossa nell’area meridionale della Campania e nella Provincia Autonoma di Bolzano. Valutata allerta arancione sulla Provincia Autonoma di Trento, su gran parte del Friuli Venezia Giulia, in Umbria, sulla Campania settentrionale, sul settore occidentale della Basilicata, su gran parte del versante tirrenico della Calabria. Valutata, inoltre, allerta gialla nel Lazio, in Abruzzo, in Sicilia, sui settori centrale e orientale dell’Emilia-Romagna, sul settore costiero della Toscana, su gran parte del Molise, sulla Sardegna occidentale e sui restanti territori di Veneto, Friuli Venezia Giulia, Campania, Basilicata e Calabria.

NAPOLI CHIUDE PARCHI E SCUOLE – Scuole chiuse a Napoli. L’ordinanza firmata ieri sera dal sindaco Luigi de Magistris dispone la chiusura degli edifici ad uso scolastico pubblici e privati, di ogni ordine e grado compresi gli asili nidi, con la possibilità di consentire l’accesso ai dirigenti scolastici e al personale dagli stessi individuato nonché ai tecnici per assicurare le verifiche dei locali e anche degli eventuali danni alle alberature nelle aree pertinenziali ai plessi. Inoltre è stata disposta dai competenti uffici la chiusura dei parchi cittadini, mentre i cimiteri resteranno aperti. E’ prevista poi la chiusura solo degli impianti sportivi all’aperto per i quali sono previsti allenamenti sportivi indicati dall’ultimo Dpcm.

A SALERNO SCUOLE CHIUSE – Scuole chiuse a Salerno nella giornata di oggi. “Il grave peggioramento delle condizioni meteo e l’allerta diramata dalla Protezione civile della Regione Campania impongono al Comune di Salerno, con rammarico, la decisione di chiudere le scuole nella giornata di domani mercoledì 9 dicembre”, si legge in un post di ieri sera del sindaco Vincenzo Napoli, che ha svolto una serie di incontri di verifica in Prefettura e con il Centro operativo comunale. “Per monitorare la situazione è stata disposta per le prossime ore un’attività di monitoraggio dinamico del territorio comunale a cura della Polizia municipale e della Protezione civile del Comune di Salerno al fine di verificare, in seguito all’evoluzione meteo, la possibilità di rientro in classe”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *