lunedì, Settembre 27, 2021
HomeCronacaMalattie tiroidee per il 20% dei bambini delle scuole partenopee

Malattie tiroidee per il 20% dei bambini delle scuole partenopee

Secondo lo screening di un primario del Cardarelli, il 20% dei bambini di scuole partenopee è malato

La Terra dei fuochi non provoca solo tumori, ma può essere responsabile anche di patologie meno gravi o comuni. Su questa base argomentativa si fonda lo screening effettuato su un campione di 80 bambini compresi tra i 10 e i 13 anni delle scuole partenopee.

Il 20% dei bambini è malato

In un campione di 80 ragazzi è risultato che il 20% è risultato positivo a patologie tiroidee. Questi dati sono confermati dal professore Raffaele Volpe, primario di endocrinologia del Cardarelli di Napoli. Lo screening è stato effettuato gratuitamente dalla sua equipe in una scuola media di Castel Volturno. La ricerca è stata presentata  nella scuola media De Amicis di Succivo, comune del casertano “rischio 5” secondo la mappatura eseguita dal Governo, il più alto.

Le malattie tiroidee sono le più frequenti tra i bambini esposti a zone contaminate

 

L’iniziativa è stata organizzata dal Coordinamento comitato fuochi insieme al primario e all’associazione A.T.T.A. La tiroide, spiega il primario Volpe, “per la sua composizione, per la sua vascolarizzazione, è il posto in cui avviene il primo incontro con tutti i fattori ambientali nocivi che entrano nell’organismo.

Malattie tiroidee per il 20% dei bambini delle scuole partenopee
Michele Longobardi
Laureato in Lettere moderne alla Federico II. Appassionato di videogiochi, calcio, cinema e letteratura. Crede che il giornalismo non sia solo ricerca della verità, ma anche sapiente uso di ironia e sarcasmo.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI