lunedì, Settembre 20, 2021
HomeCulturaMade in Sud per Città della Scienza. La Rai devolverà l'incasso alla...

Made in Sud per Città della Scienza. La Rai devolverà l’incasso alla ricostruzione

Il programma di nuovo in onda a partire dall'11 marzo su Rai 2. Il costo del biglietto per assistere alla trasmissione sarà devoluto alla ricostruzione di Città della Scienza

Una risata ricostruirà Città della Scienza. La Rai ha annunciato oggi la ripresa del gettonatissimo Made in Sud, lo show comico tutto napoletano (o quasi) condotto da Gigi e Ross con Fatima Trotta e Elisabetta Gregoraci.

Un successo da 2 milioni di telespettatori.

Quasi 2 milioni gli spettatori che ne attendevano ansiosamente il ritorno. Con l’8% di share ottenuto mediamente durante la scorsa stagione, Made in Sud si conferma quindi programma di punta tra i varietà comici del palinsesto Rai, e con una novità: gli incassi ricavati dalla vendita dei biglietti per assistere alla diretta della trasmissione televisiva verranno devoluti a favore dell’Officina dei Piccoli di Città della Scienza, uno dei laboratori creativi distrutti dal terribile incendio che devastò il polo scientifico più grande e importante del Sud Italia lo scorso 4 marzo.

10 euro a persona il costo del biglietto che sarà devoluto a Città della Scienza.

A poche ore dalla firma dell’accordo tra Regione Campania e Comune di Napoli che ha visto stanziare 67 mln di euro per la ricostruzione, anche la Rai decide di fare la sua parte con questo piccolo gesto di solidarietà. La palla ora passa agli appassionati spettatori di Made in Sud: per la modica cifra di 10 euro – questo il costo di un biglietto singolo – sarà possibile assistere dal vivo alla trasmissione e contemporaneamente contribuire alla ricostruzione di quell’orgoglio partenopeo e che era – e tornerà a essere – Città della Scienza.

Made in Sud per Città della Scienza. La Rai devolverà l'incasso alla ricostruzione
Giuliana Gugliottihttps://www.roadtvitalia.it
Nasco in Ottobre, prima del tempo. Mi resta addosso l'ansia di fare, negli anni imparo che la fretta è cattiva consigliera. Odio le approssimazioni, amo Napoli, l'odore dei libri e le cose ben fatte.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI