mercoledì, Gennaio 26, 2022
HomeCultura“MA”, il nuovo progetto culturale ecosostenibile targato Mooks

“MA”, il nuovo progetto culturale ecosostenibile targato Mooks

Aprirà le porte al pubblico giovedì 6 gennaio MA, il nuovo progetto culturale ecosostenibile targato, ancora una volta, MOOKS, una libreria green e contemporanea negli spazi di un’ex fabbrica di treni torinese.

Sarà infatti Officine S, il centro commerciale di Torino Nord nato da quelle che un tempoerano le storiche Officine Savigliano, a ospitare la prima sede di un nuovo concept store innovativoe amico dell’ambiente.

Il progetto prende le mosse dal fortuito incontro ad un galà di beneficenza dei fondatori di tre realtà di successo nel panorama del retail italiano: Paolantonio Serpe, CEO dell’azienda napoletana MOOKS, che con le sue librerie, la casa editrice e la creazione del primo Book and Bed italiano si impone e si propone come fonte costante di rivoluzione e innovazione nel mercato; Nello e Biagio Nunziata, proprietari del noto brand di abbigliamento ZUIKI presente con oltre 140 negozi monomarca in tutta Italia in unione a Raffaele Radice master franchise e del gruppo; e Giuseppe Messina, imprenditore catanese, alla guida di numerose aziende retail sul territorio nazionale, che metterà tutto il suo bagaglio di esperienza al servizio di MA, ricoprendo anche il ruolo di amministratore delegato.

“Il nostro progetto – dichiara Messina – si fonda su tre cardini: l’ecosostenibilità, il comfort e la multimedialità, ovvero la scelta di dare vita a uno spazio dove la cultura è armonia e rispetto della natura, ricrea il calore domestico ed è a misura della Generazione Z. Non a caso – continuaMessina – la fusion con il gruppo ZUIKI permetterà di avvicinare il target giovane e smart propri di questo marchio al mondo culturale di cui MOOKS ne è l’espressione più contemporanea”.

A tradurre le idee in forme, questa volta, non lo storico studio di architettura francese, ma un noto team campano: lo Studio Ricciardi Architetti (R.M. Ricciardi- G. Manzo- M. Ricciardi). “Il nome MA – spiega l’architetto Mario Ricciardi – nasce da un ideogramma giapponese, che può tradursi come «spazio vuoto tra due elementi strutturali», un concetto estetico, filosofico e artistico. Nelle case giapponesi il MA rappresenta lo spazio spirituale nel quale l’individuo riposa la mente, in armonia con ciò che c’è e ciò che non c’è, tra ciò che esiste e ciò che non esiste. La nostra mission è stata di ricreare questo concetto anche nella libreria: uno spazio per fuggire dalla frenesia quotidiana, rinfrancare la mente e al contempo nutrirla. Pertanto – prosegue Ricciardi – tutti gli arredi riflettono il mood del concept, riprendono la naturale curvatura dei tronchi degli alberi, creano una sorta di galleria che avvolge il visitatore e che lo invoglia a prendere tutta la cultura possibile e farla propria”. Ecco allora un mobile contenitore con all’interno delle piante (sansevierie) che richiamanol’idea del prato, un bonsai posizionato centralmente all’ingresso ma sospeso nell’aria, per ricreare all’interno di un ambiente chiuso e delimitato l’idea di uno spazio aperto e dare la sensazione di un respiro libero, lento, incondizionato. “Una vera sfida – sottolinea Ricciardi – affrontata e tradotta con l’uso di pochi materiali, semplici ed ecocompatibili insieme al legno: multistrato marino di pioppo, ferro riciclato e verniciato di grigio e il verde delle sansevierie e del muschio stabilizzato, tre elementi declinati insieme ad un uso puntuale della luce. Tutto il resto è lasciato alla libera interpretazione”.

MA – dichiara Serpe – si configura come la naturale evoluzione di MOOKS: dalla libreria di quartiere di piazza Vanvitelli e la libreria cantiere di via Luca Giordano a Napoli fino alla libreria green di Torino, anche questa, come le precedenti in collaborazione con Mondadori Retail, dove puntiamo con le nostre scelte di ecosostenibilità nei materiali, nelle proposte di vendita, nelle iniziative a diventare parte di un cambiamento quanto mai necessario per salvare il Pianeta. Coinvolgeremo in questo obiettivo i nostri nuovi e vecchi partners, dall’innovativo hub di falegnameria Luigi Coppola Concept, che ancora una volta traduce in design il progetto architettonico degli arredi a parte dei nuovi fornitori, ai quali abbiamo chiesto di aderire al nostro manifesto “green generation” e di operare in un’ottica eco-friendly, ma anche i nostri clienti, i giovanissimi che troveranno nei nostri spazi anche tutte le principali risorse multimediali per la creazione e la condivisione di contenuti e apprendimento, i meno giovani e tutti coloro che vorranno sposare le nostre idee e godere della bellezza di questo luogo”. All’interno del MA bookstore, infatti, oltre ai libri e agli spazi destinati allalettura, una galleria d’arte e fotografica (che sarà inaugurata con la personale di Luca Del Prete giovane paesaggista napoletano emergente – ndr), una buvette, uno spazio coworking e un angolo Napoli, caratterizzato da una studiata scelta architettonica che rimanda all’impianto urbanistico della città e ai suoi decumani, visibili anche nel logo del brand. “Siamo orgogliosi – aggiunge Nunziata – di questo brand napoletano e vogliamo celebrarlo con una sezione dedicata in questo primo store del nuovo progetto”. Entro il 2022 si prevedono altre dieci aperture nelle maggiori città italiane, fino ad arrivare a 30 entro il 2024. “Nel prossimo anno daremo vita ad altri punti vendita a marchio MA a Catania, Cagliari, Pavia, Roma, Napoli (flagship), Salerno, Padova, Arezzo, Bologna,Sanremo e Parma – continua Nunziata che si occuperà dello sviluppo del progetto su tutto il territorio nazionale -. Si tratterà di negozi da 250 a 550mq. Solo la sede pilota di Torino, con i suoi 180mq, si allontana dalle grandezze previste, nonostante ciò, ci è sembrata la scelta miglioreproprio per la struttura all’interno della quale è collocata: portare e promuovere ecosostenibilità in un luogo storico, simbolo di rinascita e rigenerazione urbana, in una piazza lineare tra le più grandi e caratteristiche d’Europa, è il modo perfetto per cominciare questa avventura”.

MOOKS nasce come un progetto culturale innovativo, made in Napoli, un contenitore che rivoluziona il tradizionale concetto di libreria sul quale fonda la sua primaria identità con due punti vendita del network Mondadori Store, il primo aperto nel 2015 a piazza Vanvitelli 10 e il secondo nel 2018 a via Luca Giordano 158, ora divenuti dal giugno 2020 un unico grande store al civico 73 di via Luca Giordano.

Mooks diversifica e arricchisce con le sue variegate proposte: il libro, la sua anima più profonda nel vastissimo catalogo offerto e negli incontri con gli autori – oltre 150 ogni anno – per discutere e confrontarsi con scrittori locali e nazionali; la musica nei prodotti commerciali e negli eventi che coinvolgono giovani e promettenti musicisti partenopei e grandi nomi del panorama italiano; la convivialità nella possibilità di lavorare nello spazio Coworking usufruendo della free Wifi Connection; l’arte in ogni sua manifestazione dalla fotografia alla pittura, alla scultura, a nuove e innovative forme di espressione in MOOKS Fabrika che coinvolge sia giovani talenti che artisti di caratura internazionale.

Redazione web
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI