venerdì, Luglio 1, 2022
HomeCulturaLibertà Libreria Erboristeria & BioBar Asperula, incontro con l'autore Alfredo Palomba

Libertà Libreria Erboristeria & BioBar Asperula, incontro con l’autore Alfredo Palomba

Il gruppo di lettura di Libertà libreria & biobar Asperula incontra Alfredo Palomba, autore del romanzo postmoderno “Teorie della comprensione profonda delle cose”.

Il gruppo di lettura di Libertà libreria & biobar Asperula, erboristeria con BioBar e libreria indipendente con ampio assortimento per bambini, giovani e meno giovani, incontrerà il 28 dicembre 2021, alle ore 18.30, in Corso Vittorio Emanuele III, 417, Torre Annunziata, Alfredo Palomba, autore del romanzo postmoderno “Teorie della comprensione profonda delle cose”, pubblicato da Wojtek edizioni. Palomba ci conduce alla scoperta di personaggi esagerati ma attuali, dietro cui si celano tipologie umane criticabili o risibili. Con questo testo irriverente, sopra le righe, per niente convenzionale, Alfredo Palomba è stato candidato allo Strega 2020, presentato dalla scrittrice Antonella Cilento. Alfredo Palomba, classe 1985, è dottore di ricerca in letterature comparate e docente della scuola secondaria. È originario di Scafati ma vive e lavora a Cesena.

N.B: L’incontro è aperto ad amici e lettori della libreria Libertà. Per motivi organizzativi gradito un cenno di adesione all’evento inviando un whatsapp al numero: 393 529 53 83.

Descrizione

Proposto per il Premio Strega 2020 da Antonella Cilento.Nella Valle del fiume Scafato sorge una piccola città, Paesone, e aleggia il ricordo di un’antica torre. Reale e onirico, ambiguo come ogni varco, questo segno del passato domina lo scenario in cui si muovono personaggi apparentemente non legati l’uno all’altro: l’autore di un blog anonimo, un ragazzino geniale, un aspirante poeta, un tossicodipendente che crede di essere un cavaliere errante, un trentacinquenne disturbato. Figure irregolari e dissonanti, i protagonisti del romanzo propongono immagini della realtà fedeli solo alla verità del proprio sguardo: come ammassi stellari, procedono ognuno con le sue certezze e la sua geometria particolare in un mondo di rovine, tra i lacerti della precedente interezza, ovunque circondati da segni da decifrare emettere insieme per provare a ricomporre il mosaico e acquisire una visione il più globale possibile, che riveli il senso, la teoria della comprensione profonda delle cose. Pluristilismo, ipererudizione, ibridazione di generi, metanarrazione: un testo polifonico e digressivo, una rappresentazione del mondo interiore che ogni uomo porta con sé e che si incontra o, più spesso, si scontra con i mondi interiori altrui.

Proposto per il Premio Strega 2020 da Antonella Cilento: «Il romanzo, multiplo e sperimentale, ritrae un gruppo di protagonisti irregolari, dall’autore di un blog anonimo a un tossicodipendente che crede d’essere cavaliere errante, sullo sfondo di una immaginaria città, Paesone. Voce di enciclopedia, poesia, tema in classe, imitazione donchisciottesca e rinascimentale, note a margine sulla trap: tutto confluisce nella magmatica narrazione di Palomba che aspira a un formato di romanzo aperto e ricco di codici, che ritrae l’estrema solitudine di una Mancha italiota due punto zero. Il romanzo si segnala per coraggio e qualità, certo ancora in via di maturazione e precisazione trattandosi di un esordio.»

Dettagli

Alfredo Palomba
Wojtek
Orso bruno
2019
16 novembre 2019
500 p.
9788894334579
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI