Liberate Cristian D’Alessandro

Uno striscione per liberare Cristian D’Alessandro

di Redazione

Napoli – “Liberate Cristan. #FreeTheArctic30”. Lo striscione campeggia da poche ore sul Maschio Angioino ed invoca la liberazione di Cristian D’Alessandro, il napoletano appartenente all’equipaggio, imbarcato sulla “Arctic Sunrise”, composto da 30 attivisti di Greenpeace, attualmente detenuti in Russia con l’accusa di pirateria.

Solo pochi giorni fa il sindaco de Magistris aveva incontrato la famiglia dell’attivista napoletano ed aveva dichiarato “sono fiducioso di abbracciarlo presto. Cristian, con il suo impegno e la sua lotta, è un orgoglio per la città” ed, oggi, arriva l’appello di Napoli per la liberazione dei giovani la cui azione, come sottolineato anche dall’assessore alla Cultura Nino Daniele, è stata “mossa da nobili ideali ed intenzioni del tutto positive”.

Greenpeace ha promosso, in tutto il mondo, tre giorni di mobilitazione per liberare i suoi attivisti e Napoli ha risposto aderendo all’appello. Lo striscione è un piccolo gesto per “far sapere a Cristian e a tutti gli altri ragazzi che la città di Napoli è al loro fianco” ha detto l’assessore Daniele, aggiungendo che ritiene “eccessive le accuse che gli sono state rivolte per una azione dimostrativa” ed auspicando che “prevalga un atteggiamento più sereno e tollerante”.

“Come cittadino” – ha invece dichiarato il sindaco de Magistris – “non posso che aggiungere la mia voce alle tante che, nel mondo, proprio in queste ore, chiedono con forza la liberazione degli attivisti di Greenpeace. Lo faccio anche da sindaco di questa città, poiché Cristian è un nostro concittadino e rappresenta il volto più bello di Napoli, quello di quei tanti giovani impegnati nelle battaglie a difesa dell’ambiente e dei diritti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.