La fidanzata non lascia il lavoro. La aggredisce con morsi e calci

Giovane donna aggredita perchè voleva mantenere il suo lavoro

di Redazione

Napoli – Aggredita furiosamente con calci e morsi perchè voleva continuare a lavorare come parrucchiera, nonostante il compagno la volesse a casa, a fare la casalinga. E’ accaduto nel rione Lauro ad una giovane 25enne di Fuorigrotta che è riuscita a fuggire dall’auto del compagno e a contattare le forze dell’ordine subito dopo essere stata picchiata e quasi strangolata dall’uomo.

Il 37enne è stato rintracciato dai carabinieri e denunciato dopo solo poche ore. Aveva persino rubato la borsetta e il tablet della giovane. Ora è detenuto a Poggioreale per tentato omicidio, sequestro di persona, atti persecutori, rapina e lesioni personali. Le violenze, infatti, andavano avanti da tempo: percosse e minacce di morte erano all’ordine del giorno da quando la ragazza aveva rifiutato di lasciare il suo lavoro, ma temeva di peggiorare la situazione se avesse denunciato il fidanzato. Ha subito fin quando ha potuto: dopo l’aggressione l’ospedale ha diagnosticato “trauma facciale, ecchimosi al collo, lesioni da morso al braccio destro e trauma addominale da calci”.

18 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.