mercoledì, Giugno 29, 2022
HomeCultura"La croce e la svastica", il libro di Pirozzi e Di Grazia...

“La croce e la svastica”, il libro di Pirozzi e Di Grazia sul pontificato di Pio XII tra silenzi e complicità

In concomitanza con la Giornata della Memoria, arriva in libreria “La croce e la svastica”, scritto a quattro mani da Nico Pirozzi e Ottavio Di Grazia.

In concomitanza con la Giornata della Memoria, arriva in libreria “La croce e la svastica” (D’Amico editore). Il libro, scritto a quattro mani da Nico Pirozzi e Ottavio Di Grazia, tratta della figura di Pio XII e del suo discusso pontificato nel corso degli anni della Seconda Guerra Mondiale e della Shoah.

SINOSSI

Assurto al trono di Pietro sei mesi prima dello scoppio della guerra, Eugenio Pacelli ebbe la sgradita sorpresa di doversi confrontare con una prova con la quale nessun altro pontefice si era mai misurato. Eppure, dei protagonisti di quella storia conosceva praticamente tutto e tutti. A cominciare da Adolf Hitler con il quale, il 20 luglio 1933, aveva firmato il Reichskonkordat. Della mattanza degli ebrei ne venne a conoscenza sin dall’inizio, grazie alla rete di prelati e diplomatici cattolici che lo tenevano costantemente informato. Ottomila e più pagine di documenti vaticani lo dimostrano in maniera ineccepibile. Non da oggi, ma da più di quarant’anni. Nonostante la dimensione del massacro in atto, dalle labbra di Pio XII non si udì mai un vero grido di protesta, anche perché la parola «ebreo» era stata bandita dal vocabolario ufficiale. A condizionare le sue scelte non furono solo i pregiudizi antigiudaici di cui era infarcita la Chiesa, ma anche la convinzione che ebraismo e bolscevismo rappresentassero le due facce di una stessa medaglia.

Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI