Insigne e il Napoli insieme fino al 2022: "Sono felicissimo, si avvera un sogno"

Insigne e il Napoli insieme fino al 2022: “Sono felicissimo, si avvera un sogno”

Lorenzo Insigne, al fianco del Presidente De Laurentiis, manifesta tutta la sua gioia dopo l’ufficializzazione del rinnovo con il Napoli fino al 2022

“Sono felicissimo, il mio sogno si è avverato, vorrei giocare nel Napoli per sempre”. Lorenzo Insigne è il ritratto della felicità, che esprime nello sguardo, nei gesti e negli occhi ancor prima che nelle parole. Lorenzo, al fianco del Presidente De Laurentiis, manifesta tutta la sua gioia dopo l’ufficializzazione del rinnovo con il Napoli fino al 2022.

Sono orgoglioso e fiero di aver rinnovato il contratto per altri 5 anni. Spero di giocare nel Napoli per tutta la vita e vincere trofei importanti nella mia città. Io sono cresciuto nel Napoli di De Laurentiis e qui sono diventato uomo oltre che calciatore”

“La responsabilità della maglia azzurra l’ho sempre sentita perché da napoletano so cosa significa giocare in questa squadra. Io ho cercato sempre di dimostrare il mio attaccamento anche talvolta sbagliando perché ho sempre voluto dare il triplo del mio impegno. Qui ho trovato una Società che mi ha sempre dato fiducia e ringrazio il Presidente e tutto il gruppo per essermi sempre stato vicini anche nei momenti più delicati”.

Poi un pensiero ai suoi tecnici in carriera: “Devo ringraziare tutti ed in particolare Zeman che mi ha plasmato come calciatore professionista. Poi arrivato a Napoli ho trovato grandi allenatori. Prima Mazzarri che mi ha fatto giocare in Serie A, poi Benitez che mi ha dato tanto in fase difensiva completando la mia crescita. E in questi ultimi due anni Sarri mi ha fatto fare il grande salto e spero che resti tanto tempo con noi perchè è un tecnico grandissimo”.

“A Napoli sono cresciuto, ma se qualcuno mi avesse detto anni fa che sarei diventato una bandiera del Napoli non ci avrei creduto. Ma adesso spero che tra 5 anni ci sarà ancora un altro rinnovo perché il mio sogno è quello di giocare a vita con la maglia azzurra”.

“Sono contento anche per la mia famiglia e per mio padre che mi accompagna tutti i giorni all’allenamento. Sia con lui che con mia madre ho un rapporto meraviglioso, così come ringrazio mia moglie e i miei bambini che mi amano e mi sostengono”.

“Oggi si è avverato il mio sogn e darò tutto, come ho sempre fatto, insieme ai miei compagni per conquistare il secondo posto e poi in futuro tanti altri traguardi con il Napoli”.

Fonte sscnapoli.it