martedì, Settembre 28, 2021
HomeSerie TvI Bastardi di Pizzofalcone 3, Alessandro Gassmann rivela la data di uscita

I Bastardi di Pizzofalcone 3, Alessandro Gassmann rivela la data di uscita

Alessandro Gassmann, volto dell’ispettore Lojacono, annuncia la data di uscita della terza stagione de I Bastardi di Pizzofalcone

I Bastardi di Pizzofalcone stanno per tornare. Gli ultimi minuti della puntata conclusiva della seconda stagione della fiction andata in onda su Rai 1, avevano mostrato i Bastardi pronti a festeggiare un’importante vittoria sulla mafia. Poi, l’esplosione finale che aveva coinvolto Alessandro Gassmann (nei panni dell’ispettore Lojacono) e Carolina Crescentini (la pm Piras).

LEGGI ANCHE: Gomorra 5, il nuovo teaser della stagione finale – Video

Il primo trailer rilasciato nelle scorse settimane, ha rivelato parte di ciò che accadrà nella terza stagione de I Bastardi di Pizzofalcone. E adesso, dopo le prime immagini inedite, arriva anche la data di uscita attraverso un post su Twitter pubblicato da Alessandro Gassmann.

Il 20 settembre andrà quindi in onda su Rai 1 il primo episodio della terza stagione de I Bastardi di Pizzofalcone dove “Nessuno resterà impunito“. Queste, intanto, le parole con cui si apre il trailer che annuncia il ritorno dei Bastardi con la terza stagione della fiction. Secondo le prime immagini, nessuno della squadra di Lojacono sembra essere rimasto ucciso in seguito all’esplosione.

Ma, da questo momento in poi, la strada sarà tutto in salita. Lojacono dovrà capire e trovare chi ha cercato di ucciderlo mentre nuovi volti arriveranno molto vicino alla squadra.

Le vicende personali andranno ad intrecciarsi con i casi di cui la squadra di Lojacono si occuperà. Ma resterà la domanda più importante a cui trovare una risposta: chi ha pizzato la bomba nel tentativo di uccidere tutti?

I Bastardi di Pizzofalcone 3, Alessandro Gassmann rivela la data di uscita
Gabriella Monaco
Laureata in 'Lettere Moderne', appassionata di Scrittura e Arte in ogni loro forma. Con il cuore diviso per il 33% a Napoli, il 33% in Sicilia, il 33% in Francia... L'altro 1% prima o poi dovrò decidermi a cercarlo...
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI