Formazione informatica per i detenuti: Intesa ministero-Cisco-Vodafone

Formazione informatica per i detenuti: Intesa ministero-Cisco-Vodafone

Formazione informatica per i detenuti: Intesa ministero-Cisco-Vodafone volta ad abbassare il tasso di recidiva che in Italia è tra i più alti d’Europa

In 15 anni l’esperienza fatta nel carcere di Bollate su 500 detenuti che hanno fatto esperienze lavorative, ha pressoché azzerato la recidiva. Ora quel tipo di progetto verrà estero a 10 istituti penitenziari, anche per minori, partendo con 100 detenuti che parteciperanno a percorsi di formazione professionale nel campo dell’Ict, information and communication technology, grazie a un protocollo d’intesa siglato oggi al ministero della Giustizia con Cisco, Vodafone, Fondazione Vodafone, la Cooperativa Universo e Confprofessioni.

 

Formazione informatica per i detenuti: tasso di recidiva in Italia tra i più alti d’Europa

Il tasso di recidiva in Italia – ha spiegato il ministro Andrea Orlando resta tra i più alti d’Europa, con una tendenza generale sopra il 60%. Oltre a Bollate, partiamo con Opera, Rebibbia, il carcere di La Spezia, di Napoli, di Nisida e poi si aggiungeranno altri 4 istituti“. La pratica dice, infatti, che “dove vi sono attività finalizzate al reinserimento professionale e culturali, la recidiva è 18 punti in meno della media“, ha spiegato Francesco Cascini.