giovedì, Settembre 23, 2021
HomeCronacaFollia ultrà, dopo la rissa il Giugliano si ritira dal campionato

Follia ultrà, dopo la rissa il Giugliano si ritira dal campionato

La dolorosa scelta del presidente del Giugliano. Pena sospesa ai 5 arrestati, nemmeno un giorno di carcere per loro

“Ritiro la squadra dal campionato. Lo faccio per una questione di etica sportiva, per rispetto di me stesso, dei miei collaboratori e dei colori del Giugliano. Sono stato tradito da una parte della tifoseria”.

Il Giugliano non parteciperà allo scorcio di questo campionato di Eccellenza. A ufficializzare la controversa decisione è stato Salvatore Sestile, presidente del Giugliano, che, ancora sconvolto dopo la maxi-rissa che domenica scorsa ha infiammato lo stadio Vallefuoco di Mugnano, scrivendo una pagina nera del calcio napoletano, ha commentato così: “Non me la sento di proseguire in queste ultime giornate di campionato, ci fermiamo qua”.

Pena sospesa ai 5 ultrà arrestati

Almeno una ventina i tifosi del Giugliano che hanno scatenato la rissa, scavalcando le barricate dopo un gesto volgare indirizzatogli da un giocatore della Virtus e scaricando la propria rabbia alla cieca su giocatori, dirigenti e tecnici. Di tutti i coinvolti, 5 sono stati arrestati – due dai carabinieri ieri, tre dalla polizia l’altro ieri – e oggi sono stati processati per direttissima dal tribunale di Aversa. Salvatore Ronco, Ferruccio Pezzurro e Luca Riccio, tutti già noti alle forze dell’ordine, hanno ricevuto una condanna a 10 mesi, Giovanni Dell’Aquila e Carmine Sabella a “soli” 8 mesi. Tutti e cinque però hanno avuto la sospensione della pena. Quindi niente carcere per loro.

Follia ultrà, dopo la rissa il Giugliano si ritira dal campionato
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI