Flash mob Napoli è “Mille culure” contro la violenza omofobica

Altri due casi di violenza omofobica in Campania e precisamente a Napoli e a Marigliano. L’Arcigay Napoli indice un Flash mob napoletano per oggi

Come scrive anche l’Ufficio Stampa dell’Arcigay di Napoli Antinoo, il nuovo anno campano sembra non essersi inaugurato con i migliori propositi di integrazione e buon senso. Ieri, ancora una volta, a Napoli e precisamente in via Monteoliveto, un’altra giovane coppia di omosessuali è stata aggredita brutalmente da un manipolo di sbandati, da un branco di 7 ragazzi indecisi tra la soglia della storia e della biologia. Un’altro episodio di omofobia si è svolto nello stesso arco temporale a Marigliano, nel Nolano, Entrambe le manifestazioni di violenza sono poi state seguite da una lunga e condita serie di minacce e intimidazioni all’Arcigay di Napoli dalla neonata cellula neofascista di lotta studentesca.

Due casi di violenza omofobica in Campania e minacce dai neofasciti all’Arcigay

Secondo l’Arcigay di Napolila matrice comune degli episodi è sempre la stessa: un insensato odio nei confronti di persone che esprimono liberamente il proprio affetto. A questo clima di paura che si autoalimenta con i venti della crisi e di anacronistiche ideologie brutali e oppressive, risponderemo ancora una volta scendendo in piazza e mostrandoci pronti a dare supporto a chi subisce violenza”.

Flash mob alle ore 16 in via Monteoliveto a Napoli

L’appuntamento è fissato per oggi 9 gennaio alle ore 16:00 in piazza Monteoliveto, “dove il Gruppo Giovani Arcigay di Napoli Antinoo organizzerà un Flash mob intitolato “Napoli è Mille Culure” per dire nuovamente basta a chi pensa di cancellare col sangue l’impegno quotidiano di tutti i cittadini che lavorano per costruire una società multiculturale e inclusiva. All’iniziativa hanno aderito sindacati, associazioni, collettivi e gruppi studenteschi da tutta la regione.

Il tema del Flash mob è l’arcobaleno dai mille colori

Il Flash mob ha come tema l’arcobaleno ed i “mille culure” e invita “tutti i partecipanti a indossare una maglia colorata (rosso, arancio, giallo, verde, blu e viola) o a colorare il proprio viso. Durante l’evento uno dei ragazzi fischierà e tutti andranno in terra a formare un tappeto rainbow. Napoli è “Mille Culure”, fu lo slogan di apertura del primo pride nazionale che si svolse a Napoli nel 1996 ed è anche un tributo al grande Pino Daniele, ambasciatore nel mondo di una Napoli pacifica ed inclusiva”.