venerdì, Settembre 17, 2021
HomeEconomia e LavoroFiat e i contratti di solidarietà

Fiat e i contratti di solidarietà

Svolta mirata per reintegrare gli oltre 1350 cassaintegrati di Pomigliano

Per la seconda volta Fiat diventa banco di prova di una nuova sperimentazionesindacale nel settore automobilistico. Così come quando quattro anni fa con l’accordo Panda nella Fiat di Pomigliano iniziò la nuova era del contratto dell’auto, slegato dalla contrattazione nazionale, viene utilizzato per la prima volta il contratto di solidarietà. Cosa significa tutto ciò? Riduzione dell’orario di lavoro per liberare dalla gabbia della C.I.G. il maggior numero possibile di cassintegrati.

Intesa storica

Quella raggiunta pochi minuti fa tra il Lingotto e i sindacati firmatari del contratto dell’auto, Fim, Uilm, Fsmic e Ugl, è un’intesa in qualche modo storica, visto l’utilizzo di una forma contrattuale innovativa: contratto di solidarietà al posto della cassa integrazione.
Il nuovo ammortizzatore sociale soppianterà la cassa integrazione a zero ore e darà la possibilità ai 1350 cassintegrati di Pomigliano di rientrare periodicamente in attività con un salario più alto di quello della C.I.G.

Fiat e i contratti di solidarietà
Vincenzo Noletto
Fotografo e giornalista. Appassionato di tecnologia, camicie a quadri e moto sportive degli anni ’70. Ritardatario cronico e dalla battuta sempre pronta, è un killer degli standard con la testa sempre piena di idee nuove.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI