lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeArticoliFerrarelle assume disabili per lavorare nelle mense scolastiche

Ferrarelle assume disabili per lavorare nelle mense scolastiche

Dopo un percorso di inserimento lavorativo, 10 persone con disabilità verranno assunte da Ferrarelle, ma impiegate nelle cucine delle mense delle scuole paritarie “Dalla parte dei bambini” a Napoli.

Per la prima volta in Italia un’azienda assumerà personale appartenente alle categorie protette per impiegarlo non nella propria struttura, ma in un’altra realta’, in un ambiente piu’ idoneo e in linea con il percorso terapeutico, professionale e di crescita personale della risorsa. E’ questa l’innovativa formula formalizzata ieri a Napoli con l’intesa tra Regione Campania e Fondazione Foqus Quartieri Spagnoli: dopo un percorso di inserimento lavorativo, 10 persone con disabilita’ cognitive verranno assunte da Ferrarelle, ma impiegate nelle cucine delle mense delle scuole paritarie “Dalla parte dei bambini” a Napoli.

 

Ferrarelle impiega disabili nelle mense scolastiche

A tenere a battesimo il percorso e’ stato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Vincenzo Spadafora che ha sottolineato come “ancora una volta il terzo settore e l’impresa privata – ha detto – danno l’esempio allo Stato, ma questo non deve deresponsabilizzare lo Stato. Il problema del lavoro riguarda tutti i giovani italiani ma e’ chiaro che nei confronti delle persone con diverse abilita’ si devono avere delle sensibilita’ particolari. L’idea mi sembra eccezionale e ne parlero’ sicuramente al ministro del lavoro perche’ si possa attivare presso le altre agenzie del lavoro regionali“. Gia’ nei prossimi giorni i giovani saranno impegnati settimanalmente nell’organizzazione del servizio della refezione, si occuperanno della preparazione e distribuzione dei pasti nelle varie classi, della pulizia e riordino di cucine e spazi comuni.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ARTICOLI RECENTI