mercoledì, Giugno 23, 2021
HomeCronacaEx giudice del Tar del Lazio tra i 28 indagati per spaccio...

Ex giudice del Tar del Lazio tra i 28 indagati per spaccio di soldi falsi

Come sempre a capo di ogni attività illecita c’è sempre la criminalità organizzata, questa volta esperta nello spaccio di banconote provento di reato e titoli di stato stranieri contraffatti per miliardi. La cellula è stata scoperta dai carabinieri del Comando Tutela Ambiente, coordinati dalla procura di Napoli. Tra i 28 indagati vi è anche Franco Angelo Maria Bernardi, ex giudice del Tar del Lazio. Quest’ultimo, tra l’altro già arrestato nel luglio 2013 per corruzione in atti giudiziari, era il promotore e organizzatore dell’associazione a delinquere, assieme a Mauro Russo, già noto alle forze dell’ordine poiché in passato è finito dentro per associazione a delinquere di stampo mafioso e riciclaggio, nonché sospettato di essere vicino al latitante della Nuova Camorra Organizzata Pasquale Scotti.

Ex giudice del Tar del Lazio: fornito appoggi logistici

L’organizzazione criminale, di stampo internazionale, è accusata anche di aver favorito il gruppo camorristico del clan Belforte, leader a Marcianise (Caserta). Mauro Russo, in particolare, si occupava di reperire i capitali, mentre l’ex giudice del Tar del Lazio, Bernardi, secondo l’accusa forniva gli appoggi logistici al gruppo criminale, mettendo a disposizione il suo ufficio all’interno del Tar del Lazio. I sequestri compiuti dai militari sono stati miliardari, in una sola occasione hanno contraffatto ben 10 miliardi di dollari. Nelle indagine risulta infine coinvolto anche il sindaco di Baia e Latina (Caserta), Michele Santoro.

Ex giudice del Tar del Lazio tra i 28 indagati per spaccio di soldi falsi
Francesco Healy
Ho sempre odiato, sin dalla nascita, le bugie e le ingiustizie, dunque da grande avevo solo due strade da poter percorrere, quella del detective o del giornalista, ho scelto la seconda e il potere della penna, da sempre affascinato da tale professione.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI