martedì, Luglio 27, 2021
HomeSportDopo 14 anni, la Juve batte il Napoli al San Paolo

Dopo 14 anni, la Juve batte il Napoli al San Paolo

Dopo 14 anni, la Juve batte il Napoli al San Paolo. Gol annullati e in fuorigioco. Decisioni arbitrali dubbie. De Laurentis e Benitez arrabbiati più che mai

La Juve batte il Napoli, con i bianconeri si laureano campioni d’inverno. Strepitosa rete del francese, il cileno chiude il match nel recupero. Annullato il 2-2 per fallo su Buffon. Dubbi anche sulla posizione di Caceres e Chiellini al momento del  gol del 2-1.

Vendetta Juve

Avevano il dente avvelenato dopo Doha: lo stesso Allegri lo ha ammesso. I bianconeri si sono presentati a Napoli (e la Juve batte il Napoli anche e soprattutto per questo) con una carica speciale, visibile fin dai primi istanti del match, che nei primi 20 minuti è tutta fisico e poco spettacolo. Al 19° De Guzman spreca una ghiotta occasione per passare in vantaggio, calciando a lato da posizione invitante. La Juventus passa in vantaggio al primo tiro in porta, con uno stupendo gol di Paul Pogba, che sfrutta una respinta corta di Koulibaly per battere Rafael con un destro potente e angolato.

Tagliavento tra le polemiche

Nel secondo tempo la partita è molto più spettacolare, con il Napoli che toglie uno spento Hamsik per un più vivace Mertens: dai suoi piedi nasce il cross che permette a Britos di pareggiare al 19°. Un minuto prima il retropassaggio-rinvio di Chiellini che Buffon blocca tra i fischi del San Paolo, per l’arbitro è tutto regolare. Così come il gol del nuovo vantaggio Juve: Chiellini e Caceres sembrano essere in fuorigioco quando l’uruguayano insacca di testa su punizione dalla trequarti di Pirlo. Allegri a quel punto si difende: fuori Pogba, dentro Lichtsteiner, si passa alla difesa a cinque per proteggere il vantaggio. Al 28° ennesimo episodio da moviola: Buffon crolla su Koulibaly e perde il pallone che poi finisce in porta, per Tagliavento è fallo del francese.

Napul’è…due colori soltanto

Nella serata dedicata a Pino Daniele (Video Tifosi napoletani cantano Napule è), il Napoli non riesce a conquistare il meritato pareggio, nonostante il forcing finale e l’ingresso di Gabbiadini e Zapata: il neoacquisto non ha il tempo di incidere, mentre il numero 91 non riesce a capitalizzare un errore in disimpegno di Ogbonna finendo a terra sull’uscita di Buffon. Per Zapata arriva anche il giallo per simulazione, in quella che sembra l’unica chiamata un po’ più limpida del disastroso direttore di gara. C’è anche il tempo per il gol di Vidal, che sigla il definitivo gol del 3-1 sfruttando un passaggio del subentrato Morata. Juve che allunga sulla Roma, consolidando il primato, Napoli che dovrà mettersi d’impegno per raggiungere l’obbiettivo minimo del terzo posto.

Guarda: Pino Daniele Napoli saluta il suo poeta (TUTTI I VIDEO)

Lo sfogo di De Laurentiis: “Ci siamo stancati, Juve aiutata dagli arbitri: malafede o incompetenza!

Rafa Benitez: l’errore dell’arbitro ci è costato sei punti

 

RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI