Del Bo Aqavion ai nastri di partenza

Con Del Bo Aqavion la serie B di pallanuoto inizia il 10 gennaio 2015. La formazione serra i ranghi e si prepara a vivere una nuova stagione da protagonista

Con la Del Bo Aqavion la serie B di pallanuoto inizia il 10 gennaio 2015.

Il 2015, anno di sorprese e novità in casa Del Bo Aqavion. In attesa dell’esordio in campionato, previsto per sabato 10 gennaio in casa del Modugno, la formazione grigioverde serra i ranghi e si prepara a vivere una nuova stagione da protagonista. La prima novità arriva dal roster che prenderà parte al campionato, più precisamente nel girone 4 di serie B, composto da volti nuovi, graditi ritorni e pochi confermati rispetto all’ultimo campionato chiuso al terzo posto, ad un passo dai playoff promozione.

Del Bo Aqavion e il roster

La squadra potrà contare su innesti di qualità ed esperienza, grazie alla forte sinergia con il circolo Posillipo, come Nicola Ferrone, Truppa, Renzuto, Cappuccio e Falco, oltre alla verve giovanile portata dai prodotti del vivaio rossoverde Nina, Criscuolo, Manuel Occhiello, questi ultimi reduci dalla finale scudetto Under 20 persa sul filo di lana contro la Canottieri, ed Esposito. Non solo prime volte, come detto, ma anche graditi ritorni come quelli di Andrea Scalzone e Sergio D’Abundo, già protagonisti qualche anno fa con la calottina grigioverde. Tra i confermati, infine, Alfredo Riccitiello, bomber della squadra nella passata stagione, il centroboa Autiero, l’attaccante Lucarelli, Gennaro Mattiello e l’eterno capitano Maurizio Grimaldi.

La novità più importante arriva però dalla guida tecnica che passerà dalle mani di Fabio Bencivenga a quelle di Fabio Coda, nel doppio ruolo di allenatore-presidente. Il nuovo tecnico, al ritorno in panchina dopo la precedente esperienza di tre anni fa, sarà affiancato nelle vesti di consulente tecnico e tattico da Mauro Occhiello: “Lavorare insieme ad un grande allenatore, nonché un caro amico, come Mauro è per me uno stimolo in più perché mi permetterà di aumentare il mio bagaglio di esperienza”. Con una squadra completamente rivoluzionata, Coda non si pone obiettivi alla vigilia del campionato: “Abbiamo calato notevolmente l’età media della rosa ma, dall’impegno che ho visto mettere in questi mesi durante gli allenamenti sono certo che, a prescindere dal risultato finale, i ragazzi avranno dato il massimo. Obiettivi? Io sono sempre stato una persona ottimista, si è chiuso un 2014 soddisfacente percui mi aspetto un 2015 altrettanto ricco di tranquillità e positività”.