Contrabbando: sequestrati tre quintali di sigarette, 157 le persone denunciate

Operazione “Wrong Smoke” condotta dal comando regionale della Campania della Guardia di finanza
di Redazione

Tre quintali di sigarette di contrabbando sono stati sequestrati e 157 le persone denunciate. L’indagine condotta dal comando regionale della Campania della Guardia di Finanza ha verificato che il contrabbando di sigarette interessa maggiormente le province di Caserta e Napoli. Nella rete delle Fiamme gialle è finito anche un uomo di 55 anni di Poggiomarino (Napoli) che, oltre a detenere una decina di chili di sigarette di contrabbando, aveva impiantato anche un laboratorio per la distillazione abusiva di alcolici, dotato di 2 alambicchi, con cui aveva prodotto circa 200 litri di grappa.

Le attività illegali provengono via terra dalla Moldova, dalla Romania, dalla Bulgaria e dall’Ucraina, soprattutto attraverso trafficanti dell’Europa dell’Est connessi a gruppi associati del Napoletano, alcuni dei quali stabilitisi all’estero.
L’operazione denominata “Wrong Smoke” condotta dagli agenti della guardia di finanza ha accertato, mediante analisi chimiche, che le sigarette di contrabbando sono nocive per la salute, in quanto non essendo sottoposte a nessun controllo, merceologico e sanitario, sono realizzate con tabacco, cartine e filtri di pessima qualità, che in alcuni casi contengono sostanze tossiche.
Quest’anno sono stati sequestrati più di 30 tonnellate di tabacchi lavorati esteri e denunciate più di mille persone, 67 delle quali messe in manette.

15 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.