Continua l’incubo Cumana, il sindaco di Bacoli scrive al ministro dei trasporti Lupi

Ancora disagi alla circolazione dei treni della Cumana. Il sindaco di Bacoli scrive a Maurizio Lupi e annuncia una class action contro Eav

Cumana di nuovo in ginocchio. I disagi non finiscono mai per la rete di trasporto extraurbano dell’Eav, che collega Napoli alla provincia. Ma il sindaco di Bacoli non ci sta, e oggi ha deciso di dire basta a questo scempio scrivendo direttamente al ministro dei Trasporti Maurizio Lupi per annunciare una class action contro l’Eav.

La lettera di Schiano al ministro Lupi

“A seguito dei disagi che in queste ore stanno mettendo in ginocchio il servizio ferroviario lungo le linee Cumana e Circumflegrea, del progressivo peggioramento del servizio ferroviario”, il primo cittadino di Bacoli, Ermanno Schiano, stigmatizza il “comportamento dell’assessorato ai Trasporti della Regione Campania e dell’Eav Holding” e annuncia “la messa in campo di una class action contro la società di trasporti. Un’iniziativa, quest’ultima, che prevede l’Istituzione di uno sportello informativo ed organizzativo per l’assistenza ai cittadini e per ogni azione giudiziaria a difesa dei loro diritti per il grave disservizio del Sistema di Trasporto Pubblico nel territorio del Comune di Bacoli”. A rappresentare il Comune di Bacoli nella class action contro l’Eav sarà l’avvocato Angelo Pisani, chiamato a tutelare “l’immagine, il buon nome e lo sviluppo socio-economico del territorio e dell’amministrazione” conclude Schiano.

La rassegnazione dei pendolari

Gli ultimi disagi alla circolazione c’erano stati appena pochi giorni fa, quando, a causa della rottura di alcune macchine (probabilmente le ultime rimaste), i tempi di attesa erano saliti a un’ora e mezza almeno; ad avvisare i viaggiatori del disservizio solo un cartello, che annunciava il “ritardo” dei treni. Ma i pendolari non riescono più nemmeno a indignarsi. Ecco le testimonianze raccolte dalle nostre telecamere.