martedì, Settembre 28, 2021
HomeArticoliConte non perdona la sua Juve per la sconfitta con la Roma

Conte non perdona la sua Juve per la sconfitta con la Roma

Seduta mattutina alle ore 8 per i bianconeri. Non si può più sbagliare.

A Conte perdere non piace, ma soprattutto non piace perdere senza lottare. Lui in campo forse non aveva dei gran piedi, ma lottava su ogni pallone fino al 95′.

La prestazione contro la Roma è stata a tratti imbarazzante. Certo, tre partite in una settimana, alcune scelte, diciamolo, non felici dello stesso Conte, che sembra aver messo alla berlina Isla e Quagliarella.

Antonio Conte darà due giorni di riposo ai suoi giocatori, non è certo una belva assetata di sangue, e la stanchezza è oggettiva. Ma alla prossima seduta d’allenamento i giocatori dovranno presentarsi alle ore 8 del mattino. E’ la seduta più mattiniera della stagione, un chiaro messaggio: ”Vi piace dormire in campo? Beh, da oggi scordatevi le pennichelle”.

Conte si sarà sentito ”tradito” anche dalle rassicurazioni da parte di alcuni suoi giocatori, che gli hanno garantito di non essere per nulla appagati dopo la grande vittoria a Glasgow. Ma non si può più sbagliare. Dopo il Siena c’è il Napoli, e chi dorme non piglia pesci, anzi punti in classifica.

Oltretutto il 14 aprile ci sarà lo scontro contro la Lazio e , guarda caso, proprio dopo una partita di Champions, il ritorno dei, ormai quasi scontati, quarti di finale, calendario birichino! Quindi Conte non vuole più cali di tensione e per evitarli la sveglia suonerà la carica molto presto.

 

Michele Longobardi

Conte non perdona la sua Juve per la sconfitta con la Roma
Michele Longobardi
Laureato in Lettere moderne alla Federico II. Appassionato di videogiochi, calcio, cinema e letteratura. Crede che il giornalismo non sia solo ricerca della verità, ma anche sapiente uso di ironia e sarcasmo.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI