Cogne: Anna Maria Franzoni esce di prigione per lavorare all’esterno

Undici anni dopo l’omicidio del piccolo Samuele

Di Redazione

Anna Maria Franzoni, madre del piccolo Samuele Lorenzi, ucciso la mattina del 30 gennaio 2002 a Cogne è stata autorizzata ad uscire del carcere per andare a lavorare.
La donna, condannata in appello a 16 anni di reclusione per l’omicidio del figlioletto, è stata ammessa infatti da lunedì scorso, al lavoro esterno dalla prigione Dozza, disciplinata dall’art. 21 dell’ordinamento penitenziario. La mattina si reca in una cooperativa bolognese e poi la sera deve far rientro in cella.
La Franzoni è in carcere dal 22 maggio del 2008 subito dopo la conferma della sentenza d’Appello della Corte di Cassazione.

10 Ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.