sabato, Ottobre 1, 2022
HomeCronacaCamorra: blitz della Polizia, arrestati otto elementi del clan del Casertano

Camorra: blitz della Polizia, arrestati otto elementi del clan del Casertano

Il blitz rappresenta lo sviluppo delle indagini della Dda che ad aprile 2019 aveva già portato a 30 arresti tra gli appartenenti ai clan Piccolo-Letizia e clan Perreca

Sette arresti (3 in carcere e 4 ai domiciliari) e una raffica di perquisizioni per associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsione, detenzione e porto di arma clandestina e danneggiamento. E’ il bilancio del blitz condotto dalla Squadra Mobile di Caserta nei confronti delle “nuove leve” del clan camorristico “Piccolo-Letizia” attivi in particolare tra i comuni di Marcianise, Macerata Campania, Capodrise e altri paesi limitrofi.

Il blitz rappresenta lo sviluppo delle indagini della Dda che ad aprile 2019 aveva già portato a 30 arresti tra gli appartenenti ai clan Piccolo-Letizia e clan Perreca. L’indagine ha permesso di ricostruire numerose fasi funzionali alla pianificazione e alla realizzazione delle estorsioni commesse anche con minacce armate a danno di alcuni imprenditori attivi nei settori più disparati (rivendita di autovetture, edilizia, onoranze funebri, smaltimento di rifiuti, supermercati, abbigliamento, pet food e altro).

LEGGI ANCHE: Cucchi, sentenza Cassazione: condanna a 12 anni per due carabinieri

Le pretese estorsive, che giungevano fino alla somma di 3 mila euro, sono culminate talvolta nel danneggiamento, a colpi d’arma da fuoco, delle sedi delle aziende taglieggiate per costringere i titolari a pagare.

Nel corso delle indagini era già stata sequestrata una pistola semiautomatica cal. 9×21, con matricola abrasa, completa di caricatore con 16 cartucce, ed era stato arrestato in flagranza uno degli indagati, mentre per il complice era scattata la denuncia a piede libero.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI