Calciomercato Napoli: operazione M’Vila dopo lo stop di Mazzarri

A Radio CRC è intervenuto Ciro Venerato, giornalista RAI, che ha evidenziato una possibile trattativa tra il Napoli e M’Vila, calciatore francese del Rubin Kazan

Possibile operazione di mercato del Napoli per Yann M’Vila: il calciatore francese, sbarcato a Milano con destinazione La Pinetina, sarebbe stato bloccato da Mazzarri prima delle visite mediche. Al suo posto il tecnico livornese preferirebbe Stéphane M’Bia Etoundi, centrocampista e difensore del Siviglia in prestito la QPR. Vista la complicazione, la dirigenza azzurra potrebbe fiondarsi nell’affare per il 24enne francese.

Il no di Mazzarri

Stando alle dichiarazioni di Ciro Venerato, giornalista RAI intervenuto nel corso della trasmissione Radio Goal, M’Vila avrebbe ricevuto il secco rifiuto di Mazzarri: “M’Vila è sbarcato a Milano ed era in attesa di firmare il contratto con l’Inter. Il problema è che il club nerazzurro è in difficoltà perché Mazzarri ha ribadito il suo no ed ha bloccato anche le visite mediche. In quella zona del campo il tecnico dell’Inter vuole al massimo M’Bia” ha evidenziato il cronista. “Bigon, appena saputo l’ intoppo, si è rituffato sul calciatore che stimava già da tempo. Il Napoli sta cercando di capire i margini di trattativa per strapparlo dalla concorrenza internazionale. Se quindi dovesse saltare ufficialmente l’affare con l’Inter, il Napoli sarebbe pronto con un’offerta importante al calciatore”.

Arresto durante una festa

“Poche volte è successo che un calciatore sia sbarcato in una città per le visite mediche, ma poi sia stato bloccato” ha proseguito Venerato. “Mazzarri aveva già espresso i suoi dubbi sul calciatore, anche comportamentali, ma l’Inter è andata avanti e quando ha visto che con Behrami la trattativa diventava difficile ha provato a chiudere per M’Vila”. In passato M’Vila aveva avuto problemi con la legge, avendo picchiato durante una festa a casa sua un suo amico diciassettenne. Il giorno dopo l’aggressione il giovane ragazzo aveva esposto denuncia ed il calciatore era stato arrestato.