giovedì, Aprile 18, 2024
HomeCronacaBorse di studio per ricordare l'ex vicesindaco di Napoli, Mia Filippone

Borse di studio per ricordare l’ex vicesindaco di Napoli, Mia Filippone

Le borse di studio saranno erogate in parte a studenti universitari con particolare attenzione alla facoltà di Filosofia e in parte a studenti delle scuole superiori.

Borse di studio in memoria dell’ex vicesindaco all’Istruzione, già docente e dirigente scolastica, Mia Filippone, prematuramente scomparsa la scorsa estate.

L’iniziativa è promosso e finanziata dal Movimento cristiano lavoratori in collaborazione con il Comune di Napoli e l’Università Federico II. Cinque le borse di studio che saranno erogate. “Mia Filippone è stata una persona straordinaria che ha lasciato un ricordo indelebile per le sue qualità umane e professionali – ha detto Michele Cutolo, vicepresidente nazionale di Mcl – non solo come amministratrice ma anche nella sua lunga attività nel mondo dell’insegnamento realizzando nel silenzio importanti attività”.

Le borse di studio saranno erogate in parte a studenti universitari con particolare attenzione alla facoltà di Filosofia e in parte a studenti delle scuole superiori.

“La scomparsa di Mia Filippone è stata una grande perdita – ha sottolineato il sindaco, Gaetano Manfredi – sentiamo molto la sua mancanza come amministratrice per il suo contributo straordinario che ha dato alla città come assessore e vicesindaco ma anche per quello che ha fatto durante la sua vita come donna di scuola e il modo migliore per ricordarla è proprio aiutare giovani brillanti”.

In particolare, sono destinate 3 borse di studio, del valore di 350 euro, una ciascuno agli istituti dove la professoressa Filippone è stata dirigente scolastico: il liceo classico ‘Genovesi’, liceo classico ‘Sannazaro’ e l’istituto tecnico tecnologico ‘Marie Curie’. Le borse saranno conferite agli studenti che hanno mostrato passione e capacità nello studio e conseguito il diploma con il massimo dei voti.

Saranno invece 2 le borse di studio, del valore ciascuno di mille euro, destinate a studenti della Federico II che, nell’anno accademico precedente la data di emanazione del bando, abbiano conseguito la laurea magistrale, in corso di studio, con una votazione di almeno 107/110 e con una tesi in Lingua e Letteratura Latina, Lingua e letteratura greca, Filologia classica, Fortuna e ricezione dell’antico nella Letteratura italiana. Sono esclusi dalla selezione studenti che abbiano già conseguito borse di studio erogate dall’Ateneo federiciano, per lo stesso anno accademico, erogate da aziende o enti privati o pubblici.

“Vedere tanta testimonianza per una donna che è uscita nel pieno delle sue forze, del suo vigore, della sua attività è – ha affermato Arturo De Vivo, marito di Mia Filippone e docente universitario – per noi motivo di orgoglio e di conforto”. La scelta dei vincitori sarà affidata a una commissione costituita da dirigenti scolastici, docenti universitari e avvocati.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI