mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeEconomia e LavoroBonus asilo nido, nuova scadenza: tutto quello che c'è da sapere

Bonus asilo nido, nuova scadenza: tutto quello che c’è da sapere

Bonus asilo nido il termine per inviare le ricevute delle spese sostenute. Tutto quello che c’è da sapere.

Bonus asilo nido, slitta al 30 giugno 2023 il termine per inviare le ricevute delle spese sostenute. Ci sono quindi ancora due mesi di tempo, ha comunicato l’Inps con il messaggio n.1346.

“La domanda di contributo per il pagamento delle rette del nido deve essere presentata dal genitore che sostiene l’onere indicando le mensilità relative ai periodi di frequenza scolastica, compresi tra gennaio e dicembre, per le quali si intende ottenere il beneficio. Il contributo viene erogato dietro presentazione della documentazione attestante l’avvenuto pagamento delle singole rette (sono esclusi dal contributo i servizi integrativi come, ad esempio, ludoteche, spazi gioco, pre-scuola, ecc.) e non può eccedere la spesa sostenuta”, si legge nella nota Inps.

“Per le domande presentate lo scorso anno e riferite alle mensilità comprese tra gennaio 2022 e dicembre 2022, il termine per la presentazione delle ricevute corrispondenti ai pagamenti delle rette (non allegate all’atto della domanda), era stato fissato al 1° aprile 2023”. Ma “con il presente messaggio si comunica che il predetto termine è prorogato al 30 giugno 2023.

“Si ricorda che, ai fini dell’accoglimento della domanda, la documentazione (ricevuta, fattura quietanzata, bollettino bancario o postale o, per gli asili nido aziendali, attestazione del datore di lavoro o dell’asilo nido dell’avvenuto pagamento della retta o trattenuta in busta paga) deve contenere le seguenti informazioni: denominazione e Partita Iva dell’asilo nido, codice fiscale del minore, mese di riferimento, estremi del pagamento o quietanza di pagamento, nominativo del genitore che sostiene l’onere della retta”, sottolinea l’Inps.

“Nel caso in cui la suddetta documentazione sia riferita a più mesi di frequenza, la stessa deve essere allegata a ogni mese a cui si riferisce. Se, invece, per lo stesso mese si è in possesso di più ricevute, queste dovranno essere inviate in un unico file. La documentazione può essere allegata esclusivamente in via telematica, tramite il servizio web ‘Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione’ (in cui è presente la funzione ‘Allega documenti’), disponibile sul sito dell’Istituto www.inps.it, o da dispositivo mobileattraverso il servizio ‘Bonus nido’ nell’app INPS mobile”.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI